lunedì 19 gennaio 2009

Gelato al Caramello al burro salato...ancora un po' di dolcezza!


Lo so, lo so...è inverno...fa freddo....il gelato è cosa da estate....Ma chi ha letto questo post sa che per me, ormai, è ormai iniziata la bella stagione! Per festeggiare, ho deciso di mettere ancora mano alla mia gelatiera, e di farla lavorare un altro po'. E poi....devo farvi una confessione....

E' stata tutta colpa sua....Io non volevo...cercavo di resistere....mi tappavo le orecchie con la cera, legata all'albero maestro della mia cucina, per non sentire quel canto di sirene....ma poi...come rimanere insensibili di fronte a tutto ciò ?
Un colpo basso alla mia forza di volontà è venuto, infine, dal libriccino ,all'apparenza innocuo, a cui ho già fatto cenno qui: esso si è rivelato, fin da subito, dotato di una potenza indiscussa: sfiancata dall' impari lotta,ebbene.... ho ceduto....ho miseramente capitolato!
Il libretto in questione si chiama "Dolci al Caramello", di Trish Deseine, corredato delle meravigliose ( ed eloquenti....) foto di Marie-Pierre Morel: il caramello è sviscerato, liquefatto, indurito, sbriciolato, sorbito e declinato in tutte le sue possibili varianti: tutte scenografiche, lussuosissime e ....sfacciatamente dolci!

Il Caramello al Burro Salato ( e lo scrivo maiuscolo, come il titolo di un film o di un libro, dato che ha rivoluzionato la mia percezione dell'idea di "dolce" ), mi ha totalmente conquistata alla sua causa....Dolcissimo, ma senza essere stucchevole, burroso, ma non untuoso, è un'armonia consolante di accodi perfettamente equilibrati.

E' per questo che l'ho amato da subito, nonostante la mia preferenza sia sempre andata a sapori più semplici, più smorzati...
L'avevo già assaggiato nei macarons: ma in questa veste era risultato alle mie papille eccessivamente dolce; era stata colpa, però, dell'insieme: i macarons sanno essere di una dolcezza spietata....molto dipende anche da chi li ha confezionati, e dal tipo scelto: consiglio infatti, a chi non ama questo tipo di sapori, di iniziare con la nota amarognola ed erbacea del macaron al tè Matcha, o, almeno , di provarne di diverse marche, se non di farseli in casa....

Il gelato al Caramello al Burro Salato , però, proprio perchè freddo, attenua l'eccessiva dolcezza: la nota salata fa il resto. L'insieme è davvero eccezionale, e riesce , con la sua cremosità, col suo colore discreto, col suo profumo di zucchero filato, a toccare le corde più intime dei ricordi infantili...Se volete anche voi provare questa piacevolissima regressione, potrete:

1) Seguire l'ottima ricetta di Kja ( che non ne sbaglia una....mi sembra carino , però, rimandarvi al suo post di Soffi di Sale per la ricetta, che è un adattamento riuscitissimo di una del foodblogger- scrittore David Lebovitz )

2) Seguire quella , altrettanto buona, che ho scovato sul magico libriccino, e che ora vi svelerò:
( le dosi sono molto abbondanti...)

Gelato al Caramello e Burro Salato

500 ml di panna fresca da montare
30 g di zucchero per la crema
5 tuorli
100 g di zucchero per il caramello
50 g di burro salato ( o 50 g di burro+un cucchiaino scarso di ottimo sale, come il Fleur de Sel de Guérande, o il sale di cervia, o quello rosa dellHimalaya, o quello di cipro.... )

Sbattete i tuorli con i 30 g di zucchero, con l'aiuto di una frusta: dovranno formare una spuma gonfia e bianca.
Scaldate 300 ml di panna sino quasi a farla bollire: versatela poi a filo sul composto di tuorli, mescolando continuamente. Rimettete tutto sul fuoco e cuocete, sempre mescolando, sino a che la crema non si addenserà: non fatela, però, bollire!
Togliete la casseruola dal fuoco e mettete a raffreddare, magari immergendola in una bacinella con acqua e ghiaccio: ogni tanto mescolate per far sì che non si formino grumi, e per accelerare il raffreddamento....
Intanto, in un'altra casseruola dal fondo spesso, fate il caramello: se ve la sentite, fatelo senza acqua, stando molto attenti a tenere il fuoco alla giusta temperatura, a mescolare bene e a mantenere il livello dello zucchero uguale in ogni punto della pentola, a non farlo bruciare....altrimenti, per facilitare l'operazione, potrete unire pochissima acqua.
Quando il caramello sarà bruno e ben sciolto, togliete dal fuoco ed unite subito, e mescolando bene , il burro ( e, eventualmente , il sale) e i 200 ml di panna rimasti; attenzione agli schizzi e....a non assaggiare: il caramello raggiunge temperature altissime! Se si formassero grumi, o il composto si solidificasse troppo, potrete rimettere sul fuoco dolce ad ammorbidire di nuovo.
Mescolate, quindi, con l'altro composto, ormai raffreddato, e fare riposare il tutto in frigo per diverse ore, prima di metterlo nella gelatiera: seguite, a quel punto, le istruzioni della gelatiera stessa.

Assaggiatelo e...la vostra anima bambina avrà un sussulto!

23 commenti:

Carolina ha detto...

Ma che bello anche questo! Mi piacciono questi gelati innovativi...
Sei molto brava.
Buon pomeriggio.

manu e silvia ha detto...

sarà anche freddo, ma questo gelato è davvero invitante..e stranissimo!!!
bacioni

Laura ha detto...

Ma tu vuoi proprio farmi tirar fuori la gelatiera dal cassettone eh?? Tentatrice!! Chissà che buono...

Mariluna ha detto...

maddai che meraviglia...che golosità!!! non so come fare per riprodurlo ho la gelatiera "rotta" nel senso che ho smarrito la vite dell'elica e non posso più riprodurre i gelati in casa...devo assolutamente chiamare la ditta madre e provvedere prima del bel tempo...anche se non ti nascondo che lo riprodurrei immediatamente.
Buona giornata e bacetti affettuosi

Simo ha detto...

Ricetta originale...da provare!
Un bacione

Romy ha detto...

@ Carolina E' davvero un gelato unico per bontà, te lo assicuro...Buona giornata, cara! :-)

@ Manu e Silvia E' vero: mettere insieme zucchero e sale, sembra buffo, ma...pensate...quante volte una presa di sale esalta il gusto dei dolci, o quante volte lo zucchero rende più appetitoso un piatto salato? E poi...il burro smorza e ammorbidisce il tutto, con il freddo che la fa da paciere...Credetemi, se vi piacciono i gelati, provatelo...e poi mi direte! Un abbraccio forte :-)

@ Laura Cosa aspetti? Presto! Presto! Non vede l'ora di sgranchirsi un po' le pale e di darsi daffare, la poverina! E potresti provare proprio questa ricettina...no? Baci :-)

@ Mariluna Bacetti anche a te, carissima! Allora...aspettiamo che la tua gelatiera torni in forma, così potrai fare anche tu qualche esperimento sotto zero! :-)

@ Simo E' da provare, sì....perchè è proprio buonissima! Ti abbraccio e ti auguro buona serata!

Mary ha detto...

che buono il gelato al caramello , ascolta viusto che ho intenzione di acquistare una gelatiera ma non so come orientarmi vorrei un consiglio se possibile visto che cè l'hai , tipo che marca hai e di quanti watt è , a cosa devo guardare per un buono , un cestello o 2 ecc...so che forse nel blog certe informazione non si possono dare cosi se vuoi mi puoi rispondere per mail , ti ringrazio tanto , baci!

kristel ha detto...

Attenzione, potrei uccidere per una coppa di questo gelato. Deve essere buonissimo!!!!!! Brava, mi piace molto!!
Buona giornata!

Romy ha detto...

@ Mary Ti rispondo via mail, perchè ho da dirti diverse cosette....a fra poco! baci :-)

@ Kristel Ciao, e benvenuta! Ho letto che vivi a Parigi...ti prego, dalle un bacio da parte mia, e dille che presto tornerò a trovarla! Ti offro, come mia abitudine, una tazza di tè, tanto per fare amicizia: ho visto che ami la crema....e vada per un tè assam Mangalam, dal gusto deciso, adatto a latte e zucchero, con un bel bignè, proprio alla crema...ho indovinato? ( o forse preferisci un po' di questo gelato....non vorrei avere qualcuno sulla coscienza....);-P Baci e a presto :-)

Onde99 ha detto...

La cosa più preziosa di questo post è che mi hai insegnato come realizzare da sola il burro salato (se ho ben capito un cucchiaino scarso di sale, ogni 50 gr) e, di riflesso, quello semisalato, che suppongo si faccia con la metà del sale... Il gelato piacerebbe tanto a Topy79 e io continuo a desiderare la gelatiera.

Cianfresca ha detto...

Romy cara non fa mai troppo freddo per il gelato.. almeno per quanto mi riguarda! Poi questo deve essere davvero la fine del mondo, con quel tocco di caloria in più che riscalda il tutto per renderlo un po' invernale. Complimenti cara

Romy ha detto...

@ Onde 99 Non so se le dosi siano proprio esatte: sai, qui il sale è usato in una dose tale che lo si possa avvertire, nonostante la dolcezza del caramello...comunque, approssimativamente, credo che le dosi siano queste, altrimenti.....fai qualche tentativo! Ma questa gelatiera...perchè non arriva? Eppure l'avevo chiesta per te anche a Babbo Natale....che se ne sia dimenticato? Un bacione :-)

@ Cianfresca Vedo che hai compreso appieno il senso di questo gelato.....riscaldante! E' davvero buono, credici....Un abbraccio :-)

Arietta ha detto...

romy, mi hai svelato l'arcano del beurre salèe! sai quante ricette ho escluso proprio perchè lo prevedevano? pazzesco! posso farmelo da me!! ora devo solo procurarmi l'ottimo sale, ho visto dal macellaio quello di Cervia...gli altri sai dove potrei trovarli a livello di grande distribuzione? bacioni!

Romy ha detto...

@ Arietta Ciao! Una discreta varietà di buoni sali, a livello di grande distribuzione, l'ho riscontrata a Carrefour: provvisti di macinino, ma acquistabili anche senza, ci sono ( in versione grani grossi ) quello di Cipro (candido, delicato, con i grani appuntiti, che si sbriciola benissimo anche con la punta delle dita...), quello affumicato danese, quello grigio di Guérande ( molto salutare...anche in versione sbiancata e fine...ottima, specie per queste preparazioni! ), quello rosa dell'Himalaya....sono un po' cari, ma valgono tutto quello che costano...Bacioni :-)

papavero di campo ha detto...

oggi come stai?
ha funzionato il gelato salato ad arginare le intemperanze naso?

Fantasilandia ha detto...

Romyyyyyyyyyyyy
passa da me c'è un regalino per te!!!!!!
Baciiiiiiiii

Mirtilla ha detto...

ma sai che ,a mio dire, il gelato d'inverno e'quanto di piu'meraviglioso possa esserci?!?!?
bellissima la tua proposta ;)
non vedo l'ora di prepararla anche io

Elena ha detto...

sei un'artista cara...sia come scrivi che per quello che prepari magistralmente...Ti ringrazio di cuore e personalmente sul tuo blog per il sostegno che mi hai dato per la mia battaglia contro i chili di troppo... Certo, prendere chili come me per golosità è diverso che prenderli per i medicinali assunti...si aggiusta una cosa e se ne guasta un'altra ma meglio prima curarsi e poi pensare ai chiletti che ci affliggono!! UN grosso bacione

Kja ha detto...

Il gelato al caramello salato in effetti e` meraviglioso, sono contenta di essere riuscita a tentarti :)
Anche io sono amante del cioccolato in tutte le stagioni! Ho un sorbetto al cioccolato da provare presto ;)

Romy ha detto...

@ Papavero di Campo Va bale, anzi, balizzimo....zono dudda ravvreddada, e non zendo nemmeno i sabori, sicchè il gelado non è zervido a moldo...Giao bagioni...;-)

@ Vengoooo! Bacioni anche a te! :-)

@ Mirtilla Ciao, tesoro! Anche a me piace molto il gelato d'inverno: anzi....a dire la verità il gelato prima non mi piaceva così tanto, na da quando lo faccio in casa....è tutta un'altra storia! Un abbraccio :-)

@ Elena Grazie mille delle tue parole gentili... L'importante è stare in salute: a questo tu devi pensare, nel porti come obiettivo quello di dimagrire! Perdere chili per muoverti meglio, e per avere più fiato per correre e strapazzarti col tuo bambino! La bellezza... quella ce l'hai già! Bacioni grandi :-D

Romy ha detto...

@ Kja Ciao, carissima! Vedi cosa sei riuscita a fare? Mi hai convertito al caramello...solo tu con le tue ricettine tentatrici potevi compiere il miracolo....Aspetto con ansia di vedere i tuoi capolavori di cioccolato....Un abbraccio :-)

Rorò ha detto...

Si credo proprio che la mia anima da bambina si farebbe avanti...per assaggiare il tuo ....gelato. BRAVA Rommy.Se ritorni nel mio blog lasciami il tuo biglietto da visita ne saròorgogliosa . un bacio Rorò

Romy ha detto...

@ Rorò Grazie mille: sono lusingata dalle tue belle parole....a presto allora! Un abbraccio :-)