venerdì 29 gennaio 2010

Torta morbida di savoiardi e canditi....


Dolcetto velocissimo, economicissimo, buono da non dire....

Voi tutti conoscete la mia passione per i mercatini dell'usato, e per le bancarelle di libri vecchi....E' come fare un tuffo nel passato, il sostituto delle vecchie soffitte polverose, dei solai dalla luce fioca ed incantata, delle cantine umide e piene di mistero in cui ci avventuravamo da bambini....
Si possono scovare dei veri gioielli: oggetti legati alla nostra infanzia o adolescenza, evocativi di momenti gioiosi, o di persone care....Piccoli cimeli di un mondo che è stato, che è ancora: incarnato nei nostri genitori o nei nostri nonni, fissato nelle nostre foto in bianco e nero, nei toni caldi delle Polaroid, nelle immagini tremolanti del Super 8....

Questo libro, ancora nuovissimo, pagato 1 euro sissignori, e vecchio di quasi quarant'anni, ha subito attirato la mia attenzione, anzi, quella di mio marito che me lo ha portato tutto trionfante, come un pirata che avesse strappato al mare in tempesta il baule del tesoro....



Ho trovato all'interno ricettine interessanti, pensate da e per casalinghe risparmiose, che amavano far bella figura, con un occhio sempre, però, al borsello....

Ma anche pagine di arredamento, di una modernità avveniristica per allora, ed assolutamente attuale anche per oggi....



E che dire dell'abbigliamento? Via libera alla minigonna ( ma sopra il ginocchio... )!
Si affaccia poi con grinta il nuovo stile a grandi fiori, e a motivi geometrici tipico degli a nni '70, che allora era il futuro, e che oggi è richiamato con tanta nostalgia....



Tra le ricette questa mi ha colpito in particolar modo, un po' per l'illustrazione così allegra e naif ( ben lontana dalle foto sognanti e patinate delle riviste odierne, o anche di tanti blog! ), ma anche e soprattutto per la facilità di esecuzione e...perchè avevo gli ingredienti!




Si tratta di un cake morbido ed umido, da servire tepido, se non addirittura caldo , con una generosa spolverata di zucchero a velo vanigliato.

Torta morbida di savoiardi e canditi.

200 g di savoiardi
50 g di canditi assortiti ( io ho messo 70 )
4 uova
2 dl di latte
la buccia di un'arancia grattugiata ( io ho messo mezza fialetta di aroma di arancia! )
1/2 bustina di lievito vanigliato per dolci
zucchero a velo vanigliato

Sbriciolate i savoiardi. Fate bollire il latte e versatelo sopra, lasciate riposare e mescolate poi con un mescolo per alcuni minuti con grande cura finchè non avrete un composto liscio ( io ho usato il robot, ed è venuto un lavoro eccellente e velocissimo! Ma non diciamolo alla casalinga del '71...potrebbe rimanerci male! ;-P )
Aggiungete quindi lo zucchero, i canditi, la buccia di arancia ( o l'aroma ), il lievito stemperato in altri due o tre cucchiai di latte freddo ed i tuorli, uno alla volta. Montate le chiare a neve non troppo ferma, ed unitele delicatamente con un movimento dal basso verso l'alto.

Infornate in forno moderato ( 180° circa ) per una ventina di minuti.
Servite ben caldo spolverato di zucchero a velo ( o glassato con poca marmellata di albicocche, e cosparso di lamelle di mandorle tostate!

Se vorrete abbinare un tè agrumato, come un Earl Grey, o un Goute Russe....
Io ho goduto questo dolcetto in splendida compagnia: un tè di Holy Mountain, ed una tazza edoardiana: ormai mi conoscete .... mi capirete quindi se vi dirò che le ho dato un nome: Maria Josè, perchè è indiscutibilmente "regale", ed ha anch'essa visto la luce...nel 1906!




26 commenti:

miciapallina ha detto...

Ho incontrato il tuoblog solo iggi, ed è stata una piacevole sorpresa!
Poi leggendo il post mi sono detta "ma quel libro dovrei averlo anche io! era della mamma!!!!"
Adesso me lo vado a cercare, però intanto mi segno il tuo blog, che non vorrei perdere, e tornerò a trovarti!!
nasinasi

p.s. scusa, mi presento, sono miciapallina

Onde99 ha detto...

Che libro meraviglioso!!! Come te lo invidio! I consigli sull'arredamento mi sembrano attualissimi, quella cucina è proprio carina! E la torta sembra proprio di quelle che mi faceva la mia mamma, in effetti come periodo ci siamo anche!

La cuoca Pasticciona ha detto...

Bona ma anch'ioooo il tuo libriccino.. davvero carino ed interessante, del resto hai sfornato una bellissima torta.. bacio

manuela e silvia ha detto...

Ciao! belo questo libro!nostra amam ne conserva di molto simili: son delle vere perle a sfogliarli!!
fantastica questa torta: la consistenza è particolarissima, e il sapore dei canditi è proprio forte...quello che ci piace!
una chicca insaomma!
bacioni

Claudia ha detto...

Mea che buona!!!!!!! ho giusto dei savoiardi canditi da smaltire... prossimamente sicuro la farò!! Proprio buona!! baciotti e buon fine settimana .-)))

Luciana ha detto...

Interessante questa ricetta, davvero veloce...non ci vuole nemmeno la farina...brava...a presto

Alessandra ha detto...

Le torte umide sono quelle che preferisco!E anche una splendida idea xche spesso avanzo i savoiardi del tiramisu...

Micaela ha detto...

io non ho mai comprato nulla ai mercatini dell'usato ma se si trovano cose del genere mi sa che devo iniziare ad osservarli più attentamente!!! bellissimo quel libro, la torta dev'essere buonissima e che dire della tazza da tè? spettacolare! un bacione e buon weekend!

Mary ha detto...

Il libro è stupendo ma iltuo dolce lo è di piu , devo dire che non amo in modo particolare i canditi però quando li incontro in un dolce che ha un sapore delizioso allora non faccio tante storie!

Simo ha detto...

Adoro queste torte belle umide e buonissime...slurp...e mi piacciono pure i mercatini dell'usato, peccato che dalle mie parti non ne facciano molti!
Buonissimo fine settimana!!

fantasie ha detto...

Ne faccio una simile, la cui ricetta è stata presa da Nigella... viene goduriosa se mangiata calda, ma non si può sformare. Certo accompangata da una tazza di tè come la tua è tutta un'altra storia...

Carolina ha detto...

Io adoro i mercatini...
Per non parlare di quella bella tazzina...
Questa torta "old-style" mi incuriosisce proprio! Trovo che si adatti perfettamente a te e al tuo blog così ricercato e particolare...
Buon fine settimana cara!

Romy ha detto...

@ Miciapallina Piacere! Sto prendendo il tè, un Nuwara Elyia, tè di altura di Ceylon, con un dolcino che...a breve posterò! Vuoi favorire, per festeggiare il tuo approdo a "Chez Moi!"? Un saluto affettuoso....grazie della visita! :-)

@ Onde99 Che bellino vero, questo libro! Quando l'ho scovato, e a questo prezzo, ho sentito un balzo al cuore...adoro i vecchi libri di cucina! Bacioni :-)

@ La Cuoca Pasticciona Ti abbraccio e ti offro anche se purtroppo solo via etere...una fettina di questa bella torta! :-)

@ Manuela e Silvia Ma dai! Se ne avete molti, perchè non postate qualche ricettuzza... d'antan? Sono curiosa! Un bacio ( anzi, due! ):-)

@ Claudia Buon W.E. anche a te! E un abbraccio :-)

@ Luciana Eh sì, perchè la farina è sostituita dai savoiardi! E poi non c'è rischio che possa non venire, o venir cruda....dato che gli ingredienti sono già cotti, in pratica...Baci :-)

@ Alessandra E allora è la ricettina per te, cara Ale! baciuzzi :-)

@ Micaela E' vero: i mercatini riserbano vere e proprie sorprese, certe volte! Basta avere un po' di santa pazienza, scartabellare, darsi la pena di sporcarsi un po' le mani e "ciaccicare" tra scaffali e scatoloni e....voilà! Magari salta fuori qualcosa di carino! Ad esempio ho scovato un libro che la mia mamma non trovava più in commercio, e che aveva letto quando sono nata io....quando l'ha visto le sono venuti i lucciconi di felicità! Bacioni :-)

@ Mary Ciao! Sai una cosa? Anche io non amavo particolarmente i canditi...poi però ho scoperto quelli che vendono ad un negozietto qua da me, frutta intera, mele, pere , grandi pezzi di zucca e metà cedro, da fare a pezzettini con le proprie mani...tutta un'altra storia! i canditi se di alta qualità sono divini! Un saluto affettuoso :-)

@ Simo Qua da me, più che di mercati all'aperto, si tratta di grandi capannoni ( a volte veri e propri franchising ) che sono fissi, insomma, con orari giornalieri, come veri e propri negozi....magari ce ne sono anche nella tua città! Alcune delle catene più rinomate sono Il Mercatino, Mercatopoli etc....Ma ci sono anche veri e propri privati indipendenti...Guarda in rete, o sulle pagine gialle! Baci! :-)

@ Fantasie Ma sarà mica il dolce che farò io fra poco e che posterò? Mi hai incuriosito! Ti abbraccio :-)

@ Carolina Anche tu come me!... amante, appassionata, incantata ammiratrice degli oggetti antichi! Grazie mille, mi hai fatto un complimento che mi ha scaldato il cuore...Ti abbraccio! :-)

Dida70 ha detto...

che emozione Romy...l'immaggine di quel libricino mi ha riportato indietro propri agli anni '70, mio padre era abbonato a Selezione del Reader's Digest e casa mia era piena dei numeri mensili della rivista e di queste edizioni, conservo ancora i libri più belli, quelli rilegati in pelle marrone con gli estratti dai più grandi nomi della letteratura mondiale...devo ringraziare mio padre per la mia passione per la lettura, infatti, quando avevo 7 anni acquistò la collana completa, sempre da Selezione dei grandi classici per ragazzi...purtroppo però tra i vari traslochi, non ho potuto conservare anche tutte le riviste perchè erano un numero impressionante ma ... mi mancano enormemente...spero di trovarne anche io qualche copia su qualche bancarella...ti copierò anche la ricettina perchè è squisita...hai ragione proprio semplice e buona!
e che dire poi di Maria Josè???
un abbraccione forte
dida

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Ciao Romy! E' un piacere scoprirti anche per me... Buonissima la tua torta! MMH! Sarebbe perfetta a quest'ora!

Mariluna ha detto...

me la immaginavo come una charlotte, invece una magnifica torta molto golosa ... anche a me piace girare nei mercatini ;)
Un bacio e bun we

Dida70 ha detto...

ops...ho scritto 'immaggine' non me ne ero proprio accorta!!! prima che mi arrivi qualche altra mail di 'correzione' chiedo scusa per l'errore! hi hi hi

Maurina ha detto...

Ma che ricetta carina... e che dire dell'illustrazione?? Ti fa venir voglia di provarla... Ciao, Maura

nonnagiulo ha detto...

Oddio!!! Io nel '71 mi sono diplomata! SIGH! A te sembra, giustamente, un reperto di antiquariato, a me sembra il libriccino che avevo ieri tra le mani!! Aiuto!
Per consolarmi potrei prendere una bella tazza di the, che ne dici?
Baci

marcella candido cianchetti ha detto...

ricordo l'agenda era veramente sfiziosa, bellissima la tazza la ricetta è assolutamente da provare, adesso la copio buona giornata

NIGHTFAIRY ha detto...

Ma che buona..ha un aspetto così godurioso e scioglievole!Bravissima!

marguerited ha detto...

Come mi piace questo blog, l'ho scoperto da poco, ed è bellissimo condividere lo stesso sentimento di affetto, ammirazione per le cose di una volta, di un tempo, per come ci parlano ancora.
Ho trovato anch'io dei libri "moderni" delle riviste rilegate, con ricette consigli etc, che schiudono la porta e lasciano intravvedere tutto un mondo.Appena posso pubblico qualcosa
brava, la ricetta poi è deliziosa
a presto
Marg

Oxana ha detto...

Ciao Romy,
sono passata solo adesso da te ( t'ho visto tanti volte dall'altre blogger ) per sbircciare un pò e ti devo dire che il tuo spazio-blog è molto molto bello e interessante!! Tanti complimenti!
Il libro è attuale, però, se ha anche 40 anni!
Ti segno così riuscirò a passare ogni volta da te!
Un bacione.
Oxana

Rossa di Sera ha detto...

Romy, che bello questo dolcetto, e quant'è particolare!..
E vogliamo parlare del libro?.. Solo tu riusci a scavare queste chicce!
Un bacione!

dada ha detto...

Grazie per la scoperta, fa' sempre strano vedere cose cosi' "antiche" e cosi' moderne vero? Questa torta già solocon il titolo e gli ingredienti non puo' che piacermi :-) Sempre bella l'atmosfera qui

Max ha detto...

Che bella consistenza che prende questa torta, dev'essere molto interessante nel gustarla, approvo con il tè. Max.