domenica 3 gennaio 2010

Torta di Yogurth all'avena e noci,




.... Ve la ricordate, la mia mania di mettere il nome alle teiere?
Beh...è rimasta, intatta...( che dite...devo preoccuparmi?!? )
Avete già fatto la conoscenza della rotonda Tisbe, color avorio, delicatamente drappeggiata, creatura degna di Ovidio e delle sue Metamorfosi: avreste dovuto vedere com'era ridotta, quando l'ho scovata!
Questa invece è Petra: nivea, levigata, dal fascino tutto zen...ve ne parlerò in seguito, più nel dettaglio: ve la presento ora brevemente, porgendovi una tazza di Genmaicha, un tè che amo in particolar modo, arricchito di riso tostato e pop corn che gli infondono un profumo inconfondibile....



Vi offro anche una fetta di torta ...ecco a voi!... è una torta semplicissima, di quelle rustiche, consistenti....di quelle che riempiono la bocca di sapori dapprima impercettibili, che però, masticando con lentezza e con gusto, si sprigionano voluttuosamente: una torta all'avena e noci!!

Tutto è nato dalla volontà di "fare di necessità virtù"....

Mattina presto. Vado a trovare la mia mamma. Piove a dirotto...
Lei mi fa assaggiare questo tipo di Yogurth: io impazzisco letteralmente...lo adoro! e mamma mi regala i tre restanti ( la confezione è da quattro ).
Ritorno a casa: raffiche di vento mi arrivano da ogni dove, l'ombrello si inceppa, ho due enormi sacchi della spesa da scaricare, la cassetta della posta da ispezionare....Insomma: mentre cerco in tutti i modi di chiudere la machina e di entrare dal cancello, coi capelli negli occhi, le scarpe inzuppate e la borsa che mi scende di continuo dalle spalle, i tre yogurth finiscono sui seggiolini posteriori,dove rimangono sino a sera inoltrata, quando, maneggiando questa confezione...all'improvviso me ne ricordo!

E ora? Potrò rimetterli in frigo? Beh....sono ancora buonissimi, ma non mi fido a lasciar passare delle ore in più...Che farne allora? Complice la suddetta confezione di fiocchi di avena, l'olio novello dell'oliveto di famiglia formato mignon ( ragazzi.... ben dieci litri di olio, quest'anno! ) ed una busta di farina bio, mi invento una torta da gustare a colazione, con la speranza, nel cuore, di svegliarmi col sole....

E così è stato! Una stupenda colazione, accompagnata da un'ottima lettura...volete condividerla con me?

Torta di yogurth con avena e noci

Ingredienti:

3 yogurth preferibilmente di questo tipo


userete , a questo punto, i barattoli come misurino!


2 misurini di zucchero di canna ( io ho usato la Panela )
1 misurino di olio EVO ( o, per un gusto meno marcato, di olio misto fra extravergine ed ottimo olio di girasole, magari spremuto a freddo...)
1 misurino di fiocchi di avena
i gherigli di quattro, cinque noci spezzettati grossolanamente
200 g di farina
3 uova intere
1 bustina di lievito per dolci vanigliato

Non farete altro che mescolare il tutto, partendo dagli ingredienti umidi ed unendo via via quelli secchi. Mischiate per comodità la farina col lievito, setacciandoli. Infornerete quindi nel forno bel caldo a 180 gradi ( ventilato, altrimenti qualcosa in più ) per una quarantina di minuti, o comunque sino a quando la prova stecchino non ne dia, per risultato, uno ben asciutto ( i tempi sono indicativi perchè dipendono molto dal tipo di forno, ma anche dalla forma dello stampo che utilizzerete! )

Per darle un tocco in più, potrete irrorarla o spennellarla con un cucchiaio di miele, meglio se di castagno, dolcemente riscaldato a bagnomaria!




20 commenti:

papavero di campo ha detto...

fantasticamente tu!
padroneggi con nonchalance tè libri e dolci e soprattutto in quel certo modo, il tuo! di armonizzare le cose in un mix di sapienza piacevolezza e semplice gustosità!
Romina sei unica!
mi piace il tuo stile!

Cianfresca ha detto...

Grazie mille del bentornata che mi hai offerto sul mio blog, sei sempre così cara!!! Non conoscevo questa varietà di tè che mi sembra davvero curioso!!! Chissà che sapore particolare e intenso.. Io ricordo ancora con piacere il bubble green tea che ho bevuto a NY quest'estate, un divertimento per la bocca quelle perle di tapioca. e che dire della torta, bravissima come al solito!! Un abbraccio

fantasie ha detto...

Ma perché rovinare una torta così buona co un miele così amrao??? Il miele di castagne è troppo amaro... una volta l'ho comprato e l'ho messo su una tajine e mi è sembrato che abbia rovinato tutto qunto!

fiOrdivanilla ha detto...

Qqualche giorno fa c'è stato un vento terribile, di una potenza tale che mancava poco ad aprire l'ombrello per volare via in stile Mary Poppins! E leggere la tua scena mi ha fatto ridere da morire perché ti ho proprio immaginata! :D

Non sapevo sai di questa tua mania di dare il nome alle teiere?? Vedi, imparo sempre qualcosa di te e non mi stupisco, perché leggerti e conoscerti ha sempre il vantaggio di far scoprire di te cose meravigliosamente belle e dolci.

Che dire di questo dolce.. è perfetto per i miei gusti, dico davvero. Partendo dal fatto che quegli yogurt, proprio proprio quelli lì, sono tra i miei preferiti. Con quei pezzettini di cereali dentro che sono una bontà.. e lo yogurt così cremoso e denso.. E l'olio? EVO, EVO! Essenzialmente EVO! Il gusto marcato dell'extra vergine nei dolci mi piace da impazzire! Anche a te?

ti mando da queste ore insonni, un abbraccio yogurtoso.. :) e un bacio

Onde99 ha detto...

A parte il fatto che sono affascinata dal the con i pop corn (a proposito, quello bianco è buonissimo!), mi piace tantissimo la torta: olio evo, yoghurt, avena sembra il ritratto della salute! Un abbraccio ma chère, ti scrivo appena posso (tra un po' entro in riunione)

manuela e silvia ha detto...

MA ceh buona questa torta, almeno dalla foto della fetta l'idea è di qualcosa di soffice e dolce!
e poi con i cerali fa pure bene no?!
un bacione

colombina ha detto...

ma che buona.... io ho quasi tutto in casa... ma devo comprare gli yogurt... se riesco la faccio per la colazione di domani... grazie!!

Mirtilla ha detto...

un miele di arance?scommettoche ci sta d'incanto ;)
augurissimi!!!

anna maria ha detto...

Ciao dolce Romy!!! ho visto che sei ricomparsa..mi auguro che ora vada tutto bene...mi sei mancata..
anna

Milla ha detto...

Hai avuto un'ottima idea, per fortuna che lo yogurt è rimasto in macchina altrimenti ci perdevamo questo dolce buonissiimissimo! a presto

dada ha detto...

Carinissima questa mania ed è bello incontrare un'appassionata di tè...cosi' seducente e rassicurante.
Questo dolce è supersano e me lo prendo subito, magari per far compagnia alla mia teiera ;-)

nonnagiulo ha detto...

Copiata! Passare da te è come fare un salto nell'Inghilterra vittoriana, adoro quest'idea!!!!CIAO!

SUNFLOWERS8 ha detto...

Una torta da provare! Complimenti e Buon Anno

iana ha detto...

carina petra! A me il miele di castagno piace molto! Che torta interessante la tua!

Romy ha detto...

@ Papavero di Campo Grazie, Laura...ricambio i complimenti, e mi ritengo fortunata, felice ed orgogliosa dei tuoi! Un bacione :-)

@ Cianfresca Il bubble tea lo conosco soltanto di fama, ma credo che sia un "giochino" proprio buono e interessante! Il Genmaitcha? Per me, anche se non è considerato un tè di altissima qualità, è davvero buonissimo, ed unico! Baci :-)

@ Fantasie Sai una cosa? Ora che ci penso hai ragione: ci sono alcuni mieli di castagno, come alcuni di corbezzolo, che sono davvero "intrattabili"...ma se riesci a trovarne uno più delicato ( io lo prendo da un apicoltore di Massa ) niente è più aromatico e profumato del miele di castagno, intenso senza essere amaro nè pungente...Fai una piccola ricerca, e poi fammi sapere! Ti abbraccio :-)

@ FiOrdivanilla Grazie delle tue belle parole, carissima! Sì, ho questa mania strampalata di dare un nome agli oggetti che più amo: non è che ci sto tanto lì a pensare, appena li vedo...ZAC! subito ho l'illuminazione su come chiamarli, quasi il nome l'avessero già e me l'avessero suggerito in un orecchio...che dici, mi devo preoccupare? Ti abbraccio forte :-)

@ Onde99 Ondina, magari questo potrebbe essere un verde che fa per te, che i tè verdi non li ami in particolar modo! Magari poi facciamo una prova...bacioni :-)

@ Manuela e Silvia Ciao, Belle Bimbe! A dire la verità sofficissima non era, ma l'ho apprezzata proprio per la consistenza compatta, il sapore pieno...era proprio buona, anche se nata...da un intoppo! Baciussi! :-)

@ Colombina E vai! Fammi sapere com'è andata! Baci :-)

@ Mirtilla ...Buongustaia....!! Baci baci! :-)

@ Anna Maria Anche voi tutti mi siete mancati....Tutto bene, mi chiedi? E insomma...lasciamo perdere vah! Vediamo un po' se riusciamo a risollevarci, per lo meno di morale! Grazie cara, un abbraccio :-)

@ Milla Hai visto? E' proprio vero che non tutto il male vien per nuocere! Ti abbraccio :-)

@ Dada Sì è vero, per essere un dolce è abbastanza..innocuo! Dai, prendine una fetta...con questo freddino ci vuole proprio! Anche tu ami il tè? Quale ti piace in particolar modo? Buona giornata, carissima! :-)

@ Nonnagiulo Un complimento bellissimo...mai parole furono più gradite! baci :-)

@ Sunflower Buon anno anche a te...sono felice che la torta ti sia piaciuta! baci :-)

@ Iana Grazie! Anche io trovo il miele di castagno, se di ottima qualità, una vera sciccheria ( specialmente con le fette biscottate integrali, o col pane di segale! ) Buonissima serata! :-)

alessandra ha detto...

Bellissima ricetta, e con l'occasione tanti tanti auguri di Buon 2010.
Baci Alessandra

mike ha detto...

la mania di dare nomi alle cose la capisco benissimo forse è un modo direnderle attivamnete partecipi alla nostra vita...ti dico una cosa pensa che io ho trovato un bruchetto(che però non è una cosa) nell'insalta e l'ho voluto tenere, stava nella sua casetta aperta e quando pranzavo mettevo la sua casetta vicino a me sul tavolo...poi il mio fidanzato ha pensato bene di restituirlo alla natura, così io non ho potuto vedere la sua metamorfosi in farfalla...anche se ieri ne ho trovato un altro nell'insalata e bhè cara romy ho di nuovo compagnia!!!sperando che si decida presto a fare il bozzolo sono davvero impaziente...uffa mi sa che la lavatrice ha finito il che significa che devo andare a stendere i panni...bacio

marcella candido cianchetti ha detto...

molto interessante questa torta di yogurt buona epifania

Rossa di Sera ha detto...

Romy, ma guarda che avventure!.. Meno male che hai dimenticato gli yogurt in macchina, sennò non avresti sfornato questa delizia di torta!
Un bacione e tanti auguri ancora!

Denise ha detto...

che bontà divina che hai preparato!! Brava!!! Complimenti e buon anno!