giovedì 14 gennaio 2010

Biscotti allo sciroppo d'acero e noci....


Se io potrò impedire a un cuore di spezzarsi
non avrò vissuto invano-
Se allevierò il dolore di una vita
o guarirò una pena-

o aiuterò un pettirosso caduto
a rientrare nel nido
non avrò vissuto invano.

( Emily Dickinson )

Bere in una tazza che risale al 1830 è sempre un'emozione fantastica....

Un barlume di poesia, un tuffo nell'infinito che mi regalo da quando ho la fortuna di possedere questa bella tazza in porcellana inglese...
Le ho dato il nome -Emily-, dalla poetessa i cui grandi, tristi occhi scuri hanno visto la luce proprio in quell'anno....

A completare la magia, delle frolle burrose e friabili profumate di noci e caffè: Il Libro d'Oro dei Biscotti me ne ha sussurrato la ricetta in un orecchio!
E pensare che quando l'ho comprato, irrimediabilmente conquistata dalla copertina lucida, dalle bordure dorate e dalle grandissime, ammiccanti, sognanti illustrazioni, non avrei mai creduto di fare un acquisto così proficuo!

E invece persino mio marito, da sempre amante della frolla più tradizionale e meno audace, quella col burro buono, con la scorzetta di limone grattugiata, nessun orpello, nessun fronzolo aggiunto...ha capitolato più e più volte di fronte a tante bontà!

Biscotti allo sciroppo d'acero e noci...

125 g di burro
100 g di zucchero
2 cucchiaini di zucchero di canna chiaro ( io ho usato il panela )
2 cucchiaini di sciroppo d'acero
200 g di farina bianca
1 cucchiaino di caffè liofilizzato
60 g di noci tritate finemente
sale


Lavorate i due tipi di zucchero e lo sciroppo d'acero con il burro, sino ad ottenere una crema. Unite poi la farina, il caffè liofilizzato, le noci tritate finemente e poco sale. La pasta sarà dapprima granulosa, se la lavorerete con la frusta....Continuate quindi a mano, e si trasformerà in una pasta morbida. A questo punto spianatela leggermente col mattarello, mettetela tra due fogli di carta forno, o di alluminio o di plastica per alimenti, e mettetela a riposare in frigo, su un piatto, per una mezz'oretta.

Tiratela fuori e terminate di stenderla, su un ripiano ben infarinato, ad un'altezza di 3mm circa. Ponete i biscotti su una placca foderata di carta forno, ad una distanza di uno, due centimetri, ed infornate in forno be caldo a 190° (180° se ventilato ) per 8-10 minuti circa, o comunque sino a che non saranno appena dorati.



( Immagine tratta da questo sito )


20 commenti:

papavero di campo ha detto...

oh cara romina mi allarghi il cuore, per emily per la tazzina splendida per il librone d'oro dei biscotti per il titolo della ricetta dolce nenia che provoca acquolina,
a proposito del tomone d'oro come ti dissi lo acquistai in uno dei miei impeti, poi a casa sfogliato un po' di delusione le ricette mi son sembrate tutte uguali al di là delle varianti d'ingredienti e titoli e non ne ho ancora provata una, tu però hai il dono di saper valorizzare ogni cosa e i tuoi biscotti unitamente alle tue parole e ai tuoi pensieri hanno un sapore estatico

Milla ha detto...

Questi biscotti ancora li devo provare, ma non rimanderò oltre, mi hai fatto venire l'acquolina!

Carolina ha detto...

Tutte le volte che passo di qua per me è un tuffo in una magica e romantica atmosfera...
Quella tazzina "emily" è meravigliosa ed io darei tutti i tè di questo mondo per possederne una simile. Ma da vero è così antica? Posso chiederti dove l'hai acquistata? Un mercato dell'antiquariato particolarmente bello e interessante?
Hai ragione riguardo al mitico librone d'oro dei biscotti: è una fonte inesauribile di deliziose idee...
Anch'io oggi pomeriggio ho biscottato (con le noci!). Avevo bisogno di una dolce pausa dallo studio...
Un abbraccio cara Romy!

Simo ha detto...

Una merenda così...mi sa di altri tempi, sapori antichi e polverosi...e meravigliosi...

Romy ha detto...

@ Papavero di campo Ma davvero ci sono tante ripetizioni? Oddio, non me ne ero accorta, ma adesso che ci penso, che lo sfoglio... Beh...chiamiamole variazioni, vah...che il termine ci aggrada di più! Un bacio :-)

@ Milla Allora,anche se solo virtualmente, te ne porgo uno! Buonissima serata! :-)

@ Carolina Certo che te lo posso dire, dove l'ho presa! E' un sito inglese, si chiama Everithing stops for the tea,

http://www.everythingstopsfortea.com/

e vende tazze, teiere, piatti....antichi, smembrando qualche servito...Ce ne sono per tutte le tasche...questa l'ho pagata caruccia, per via dell'anno di produzione....Ma con 12, 15 sterline puoi portarti via veramente delle cosine deliziose...i prezzi di trasporto sono contenuti ( la merce pesa molto poco! ), gli imballaggi perfetti e la signora che le vende davero disponibile e gentile...Spero di esserti stata utile! Baci e grazie per l'apprezzamento che sempre mi dimostri! :-)

Carolina ha detto...

Se mi interessa?!?! No dico, Romy?!?!
Sei fantastica...
Fai conto che ci passo la serata su quel sito... Addio tesi stasera!
Grazie mille cara, sei sempre così gentile e disponibile.
Un abbraccio.

sweetcook ha detto...

La penso come carolina, entrare quì mi trasporta in un'altro secolo :) Che personalmente adoro:) Buoni i biscottini:)

ñ¡¢ø£ëtå ha detto...

Devono essere proprio deliziosi questi biscotti!
brava!
Ciao!

manuela e silvia ha detto...

Perfetti questi biscotti!
PEr smorzare il docle dello sciroppo d'acero, le noci ci sembrano un'ottima pensata! e chissà che profumo appena sfornati!
ce ne metti da parte qualcuno ok?!
baci baci

fantasie ha detto...

Bellissima la tazza, bellissimo e romantico il tuo post!
Con questa ricetta puoi partecipare al concorso per Chefs Sans Frontiers. Se vuoi maggiori informazioni puoi guardare ma me a questo link: http://saporiesaporifantasie.blogspot.com/2009/12/antipasto-natalizio.html
Baci
Stefania

Dida70 ha detto...

Oh Romy mia unica insostituibile Romy...ma come ho fatto tutto questo tempo senza di te? e infatti mi mancava qualcosa!
la tazzina 'Emily' è da sola una vera poesia della Dickinson, immagina quant'è contenta la nostra poetessa da lassù nel vedere che le dedichi tanto affetto, ho letto la tua risposta al commento di Carolina e appena finisco di scriverti questo vado a sbirciare e se poi tu hai già constatato di personea significa che è un sito serio e dei biscotti che dire...ero giusto alla ricerca di qualcosa di speciale che avesse un sapore a me caro e che ti trovo qui da te? sciroppo d'acero...noci...caffè...se non fossi stanca ma davvero stanca mi metterei a biscottare or ora ma domattina la sveglia è alle 6 e allora mi faccio un giro veloce nel tuo negozietto virtuale e poi a nanna che i miei uomino stanno già a letto ... ma domani eh domani quel biscotto lì non me lo perdo!
ti abbraccio forte my english princess!
dida

sciopina ha detto...

che meraviglia questa tazza, e che bello abbia pensato alla poetessa emily dickinson, troppo poco conosciuta secondo me! Per presentarcela non potevi scegliere biscotti migliori dal sapore anglosassone..
bacioni
sciop

mammadeglialieni ha detto...

ciao romy cara, avevo proprio voglia di passare da te e fare 4 chiacchiere...che meraviglia emily!
sai, oggi ho un mal di testa cane, gli occhi che mi bruciano dal sonno...penso che assaggerò virtualmente i tuoi biscottini per tirarmi un pò sù...
baci...

colombina ha detto...

questi li devo davvero provare... dopo che sto a dieta con il succo d'acero lo trovo perversamente piacevole abbinarlo ad una cosa dolce e golosa!!!

Rosmarina ha detto...

Fantasticiiii!!
A Parigi ho comprato un burro d'acero canadese, e pensavo proprio di usarlo dentro dei sablés... Ci starebbe gran bene in questa ricetta, non trovi?
Che profumo!... Con le noci poi, che adoro... Mmmmh!!

Max ha detto...

Quando le Rose smettono di fiorire, Signore,
E le Violette sono finite -
Quando i Bombi in solenne sciame
Sono passati al di là del Sole -
La mano che indugiò per cogliere
In questo giorno d'Estate
Resterà oziosa - nel Bruno -
Allora prendi i miei fiori - ti prego!
Amo Emily Dickinson

marcella candido cianchetti ha detto...

buoni adoro lo sciroppod'acero buon w-end

manuela e silvia ha detto...

Ciao Romy! per il ripieno dei krapfen...Sono simili a delle focaccine salate..ma sanno meno da pane!
Non azzarderemmo troppo: niente mayonese, si al formaggio filante, al prosciutto o al tonno...e spazio alle verdure.
Speriamo di essere state più chiare!
bacioni

Susina "strega del tè" ha detto...

shhhhhhhhhhhhh, stò leggendo ...
brava Romy, ti ruberei volentieri Emily .... ^^

Romy ha detto...

@ Carolina Sono contenta di esserti stata utile, e di aver ravvivato la tua serata...che dirti allora! Buona navigazione e....buone compere!Ti abbraccio :-)

@ Sweetcook Grazie, cara...è un bellissimo complimento! bacioni :-)

@ Nicoleta Sì, erano davvero buoni, credi...sono finiti in quattro e quattr'otto! Un saluto affettuoso :-)

@ Manuela e Silvia Mah, sapete...di sciroppo d'acero ce n'è talmente poco! Comunque sì, gli ingredienti sono stati pensati per bilanciarsi a vicenda, ed il risultato è proprio ottimo! Ve ne metto da parte un po', non temete...Vi abbraccio :-)

@ Fantasie Grazie della visita e della dritta! Ci penserò...un bacione! :-)

@ Dida70 Grazie! Mamma mia quanti complimenti! Allora ti auguro di poter al più presto assaggiare queste delizie e scuriosare tra le meravigliose porcellane del sito inglese che vi ho segnalato...Baci!! :-)

@ Sciopina E' vero, cara Sciopina...ah quanto è vero! A scuola di questa grande poetessa fanno leggere a malapena mezza poesia....Emily Dickinson mi pare sia stata relegata ai Baci Perugina, o ai diari decorati...E invece è una poetessa intensa, romantica ma a volte anche cruda, e varrebbe la pena di leggere a più riprese, anche in età diverse, tutta la sua meravigliosa opera...Baci! :-)

@ Mammadeglialieni Ti scrivo un po' in ritardo, ma spero che tu stia meglio, e che ti sia potuta rifocillare un po', anche se solo virtualmente, al pregustare i miei biscottini. Un abbraccio forte :-)

@ Colombina Come stai a dieta col succo di acero? La voglio fare anche io, codesta dietaaaa! ;-P

@ Rosmarina Certo, cara! Credo che sia perfetto, quel burro...ma che ne dici... se invece di utilizzarlo nei biscotti, dato che lo sciroppo di acero c'è già e si rischia forse un ensemble un pochino "squilibrato", si utilizzasse, per così dire, a parte? Spalmarne un velo, dico un velo su questi biscotti credo sarebbe una cosa divina...Un abbraccione! :-)

@ Max Bellissima, romantica, commovente citazione...grazie di avermela , di avercela regalata! Un abbraccio :-)

@ Marcella Candido Cianchetti Buona domenica anche a te, cara Marcella, e grazie della visita! :-)

@ Manuela e Silvia Sì, grazie! Ricevuto! Credo di aver capito meglio in che consiste la vostra ottima ricetta....baci! :-)

@ Susina Strega del Tè Oddio Oddio! mica farai un incantesimo e me la vedo sparire di sotto il naso? ;-P Baci :-)