martedì 9 febbraio 2010

Pausa Japan-style: Shincha Temomi e Ichigo Dayfugu!




Ancora la mia adorata Petra....

Spesso, ultimamente, al mattino, me la "coccolo" a dovere, con i guanti di velluto....Perchè è un'autentica bellezza zen....perchè è levigata come un sasso di fiume, e mi piace anche soltanto sfiorarla!...perchè è stato un regalo di natale inaspettato e graditissimo....

Ma per una teiera così...quale tè scegliere? Non il respiro maltato di un Assam, non il sontuoso velluto di un Keemun....Solo la freschezza di un Sencha, può sfiorare quelle pareti nivee, sottili...o un Bancha sussurrarvi la sua mite, paludosa canzone!

Ho scelto uno Shincha Temomi...un tè giovane, a cui non un macchinario, ma le mani dell'uomo, con gesti antichi, sapienti, abbiano dato forma, movimento e vita....Nessuna frattura, nessuna polvere...soltanto aghi sottili, perfetti, croccanti...setosi come fili d'erba in un prato tagliato dal vento!

Ad accompagnare questo tè così speciale, ho scelto dei dolcetti particolari, gli Ichigo Dayfuku, la cui ricetta ho scovato in questo bellissimo blog, la cui simpatica padrona di casa collabora spesso e volentieri con Acilia di Insieme a Tè....

Per la ricetta mi pare dunque doveroso e giusto rimandarvi a questa pagina! Per la ricetta dell'Anko, la marmellata di fagioli rossi Azuki che adoro ( assomiglia a quella di marroni....buonissima! ) vi rimando volentieri, invece, a quello che scrissi tempo fa : a dispetto di quello che potrebbe sembrare, è assai facile, e si conserva a lungo.


いただきます
Itadakimasu! ( buon appetito! )


Shincha Temomi.....


Ichigo Dayfuku in corso d'opera!



20 commenti:

Onde99 ha detto...

Mamma mia che bei dolcini!!! Fashion e minimal come tutto quello che è giappo! Tesoro, ma davvero mi hai scritto? Ma quando?

Max ha detto...

Bel post, di tè non ci capisco tanto, uso solo due tre qualità dal verde Sencha a qualche aromatzzato al bergamotto, però s'impara leggendo tra le righe. Grazie per la visita e alla prox.

Micaela ha detto...

Questi dolcetti hanno un'aria deliziosa, proverò anche questi.

p.s. la pasta con il persico l'ho fatta ed è stata buonissima!

papavero di campo ha detto...

romyromy! senza parole e di stucco mi hai lasciata, guardo e ammiro! che posso far di più? immaginare certo! il gusto dei dolcetti japanesi e il sapore del tè e pensarti all'opera, laboriosa e radiosa come una fata vera!
unica una fata unica!

biancorosso ha detto...

Romy,
sono Marianna di Biancorosso Giappone!
Volevo innanzitutto ringraziarti di essere venuta a trovarmi, e poi volevo farti i miei complimenti e meritati applausi per i tuoi ichigo daifuku perche' sono semplicemente SPETTACOLARI! Bravissima!!
Quando ho visto le foto dei tuoi daifuku sono rimasta letteralmente a bocca aperta! Complimentissimi!:)

Un caro saluto dal Giappone,

Marianna

Dida70 ha detto...

ho letto tutto, di qua e di là...non mi resta altro che ripeterti che sei ...magica!
un abbraccio
dida

manuela e silvia ha detto...

Ma che idee particolarissime! curiose e originali!
un bacione

miciapallina ha detto...

Romy, te lo dico tutte le volte, ma non mi stanco mai, quando parli del the sfiori la poesia!
E' davvero bello leggerti!
nasinasi

p.s. ma devo ritrovare il nome di un the che hai decantato un paio di miei commneti fa.... me lo devo proprio comprare!

Romy ha detto...

@ Onde99 Avevi ragione, ho fatto macello col computer nuovo, ormai è una costante...Un bacione! :-)

@ Max Il fatto che utilizzi il Sencha, e quello al Bergamotto, significa che in tè c'è un intenditore in erba! E poi la sensibilità va affinata con la pratica: assaggiando, leggendo, comperando! Se solo tu volessi sono sicura saresti un autentico tea-taster! Un abbraccio :-)

@ Micaela Come sono contenta! Quando un mio piattino va sulle vostre tavole,e un vostro sulla mia, è come avervi più vicini, amici miei...Ti mando un saluto affettuoso! :-)

@ Papavero di Campo Fata o....streghetta alchemica? Perchè lo sai noi donne siamo sempre in bilico...e com'è difficile trovare l'equilibrio! Un abbraccio forte forte, e grazie... :-)

@ Biancorosso Marianna, che bello, mi sei venuta a trovare! Sono tutta emozionata...una lettrice dal Giappone! Sono contenta che i miei dolcini ti siano piaciuti, ma è grazie a te e al tuo bel post che li ho imparati, quindi ci spartiamo il merito, di questi qui miei, no? Un bacio dall'Italia, e grazie mille della visita! :-)

@ Dida70 Giusy , sei troppo carina...Un bacio forte forte a schiocco! :-)

@ Manuela e Silvia Grazie, carissime! Alla prossima, allora! :-)

@ Miciapallina Grazie anche a te, sono tanto contenta di averti conosciuta...ma com'è che non ti avevo mai trovata? Ora invece il tuo blog è un appuntamento costante, mi piace troppo! Se sei interessata ad approfondire l'argomento del tè, scrivimi pure anche in privato, per quello che posso ti darò qualche dritta, anche solo dove comperare, e sono sicura imparerò da te! Nasinasi :-)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

una vera opera d'arte questidolcini!!sono spettacolari da vedersi immagino la bonta nell'assaggiarli!!baci imma

Oxana ha detto...

Mammamia che belli dolcetti e che brava sei!!!! Veramente bravissima!! Sono a bocca aperta!

mammadeglialieni ha detto...

quando ho aperto il tuo blog mi è venuto un colpo....cavolo quante parole strane! ho avuto un attimo di smarrimento, pensavo di essere andata a trovare un blog giapponese!!!!
bellissimo, e quei dolcetti mi incuriosiscono molto...

dada ha detto...

C'è sempre una bella atmosfera sospesa qui. E questa pausa molto zen è che quello che ci vuole, grazie!

Rossa di Sera ha detto...

Romy, come sono graziosi quei dolcini! E la scelta del tè, sono sicura, non poteva essere migliore!
Un bacio

Nanny ha detto...

Meraviglia delle meraviglie :0

iana ha detto...

noooooo... questo sono troppo troppo belli!

gluticchia ha detto...

Watashi-wa Paola-San des...
spero di averlo scritto correttamente
delizioso il tuo blog...amo la cucina la lingua e tutto cio' che e' orientale...ciao

Romy ha detto...

@ Tutti Grazie mille...sono contenta che i dolcini giapponesi abbiano riscosso un discreto successo...credetemi, sono buonissimi e molto più "ortodossi" di quel che possa sembrare, a dispetto del nome così particolare ed alieno alle nostre orecchie...un benvenuto anche alle nuove lettrici...grazie della visita! :-)

Snooky doodle ha detto...

che belli! e che bel blog. Le ricette giapponesi mi piacciono tanto. questi li provo e provero anche l Anko come l hai fatto tu perche l ultima volta che l ho fatto non e che mi e venuto buonissimo :)
Grazzie per la ricetta.

Romy ha detto...

Snooky Doodle Ciao!! Un caloroso benvenuto, e grazie della visita...l'anko è buonissima, vero? Vale la pena di riprovare, anche se il primo "esperimento" non ha dato i risultati sperati!...Un bacione :-)