venerdì 19 febbraio 2010

Carpaccio di polipo...il segreto rivelato!






...In attesa di tempi migliori....

quelli in cui cucinerò di nuovo quel che avevo fotografato e miseramente ho perduto....sigh! ( o sgrunt? ).....

vi lascio con una ricetta che a dire la verità non è proprio una ricetta ma, come dire..un consiglio, uno spunto, un suggerimento!

Uno di quelli che si trovano nelle Agende di Suor Germana, nei Manuali di Nonna Papera, nei libriccini per principianti e persino sul calendario di Frate Indovino e in Televideo!...ma io, ragazzi, sappiatelo, arrivo spesso dopo la musica!....

Sono sicura , infatti, che sia cosa risaputa, che moltissimi di voi abbiano già carpito il segreto che si cela sotto le gustose, appetitose, rosee fettine di carpaccio di polipo che vendono al supermercato a prezzi esorbitanti, tali da scoraggiare anche un' accanita amante del pesce come me!

Ma se qualcuno non è stato ancora iniziato al mistero del Polipo a fettine, ecco qui svelato l'arcano! Si tratta solo di procurarsi:

Un polipo ( eh, per forza... ) della grandezza desiderata ( non troppo piccolo però! )

aromi ( una carota, un gambo di sedano, prezzemolo, alloro, poco vino, grani di pepe ....)

una bottiglia di plastica ( non preoccupatevi, non va mangiata! )

Lesserete con gli aromi il vostro polipo. Intanto bucherellate il fondo della bottiglia con la punta di un coltello ( se la riscalderete l'operazione sarà facilitata! ).
Una volta che il polipo sarà cotto, dopo averlo, magari, lasciato nell'acqua calda, e a fuoco spento, per un quarto d'ora , a rendere più tenere le carni, lo farete leggermente raffreddare, ma non troppo...ancora caldo dovrà, infatti, essere infilato a forza, premendo molto bene, dentro la bottiglia, opportunamente tagliata ad una certa altezza, diciamo a metà. Per compiere questa operazione vi consiglio di munirvi di guanti in plastica, per non scottarvi e per poter "stipare" comodamente, con forza e con i dovuti aggiustamenti il polipo nello stampo, assai rudimentale ma...efficace!
Una volta che l'avrete premuto con cura, taglierete ulteriormente la bottiglia, se ce ne sarà bisogno, in corrispondenza del polipo stesso: coprirete quindi l'apertura con carta forno o con pellicola e, ponendo sopra un peso ( io ho usato un piattino con su una busta di latte! ), mettere a " scolare " lo stampo per un bel po', sin quando, almeno, il polipo sarà a una temperatura tale da poter essere messo, sempre ben stipato e premuto, in frigo.
Qui dovrà rimanere per una notte ( o un giorno ! ) almeno....lo libererete quindi da tutti gli orpelli e, ancora ben freddo, lo taglierete a fettine sottili, cospargendolo poi di prezzemolo, aglio, limone, sale, pepe di macina ed un buon giro di olio di oliva extravergine.

Ohhhhhhhhhh! Sarà l'esclamazione che accompagnerà l'arrivo del vassoio in tavola!
Mmmmmmm! Sarà quella che verrà di seguito all'assaggio! Accompagnate, magari, con una julienne di verdutine croccanti e freschissime, con un po' di bollicine fredde, e con panini al cumino o al finocchio, perfetti ad esaltare il polipo....Buon appetito e buon fine settimana!






20 commenti:

nonnagiulo ha detto...

E dai! Io arrivo quando il teatro è chiuso! E pensare che mi sono sbruciacchiata le mani tutta l'estate per rinvoltare il viscido e bollente animaletto nella carta alluminio! Però, comunque si faccia, è ottimo!!! Baci

Alessandra ha detto...

non mi è molto chiaro...ma deve entrare in una bottiglia di plastica di acqua? ma è piccolissimo il foro? come si può far entrare un polipo di lì?

nonnagiulo ha detto...

Sono sempre io! Ho sbirciato il post precedente e mi sono sbellicata dalle risa! Io, sono io una di quelle scimmione (brutte in verità, spero di essere più guardabile) che vengono a contatto con il "sapere"!
Quando mia figlia mi ha iniziato al pc facevo una sudata immane anche solo ad accenderlo! Tu sei bravissima invece!Capisco pure la tua mamma, aprire il compiuter è come accendere la luce in una vetrina di gioielli, non resta che la scelta!!! Bacioni

mammadeglialieni ha detto...

buonooooooo!!!!!!

Simo ha detto...

Complimenti, anche se non mi piace il polipo, ti è venuto meravigliosamente questo carpaccio!
Buon fine settimana

Romy ha detto...

@ Nonnagiulo E' vero, il polipo è buonissimo, e ora che ho scoperto l'alloro, come aroma da mettere nell'acqua...mi piace ancor di più! baci :-)

@ Alessandra Hai ragioneee! Che scema che sono....ho provveduto subito a fare "le migliorie" del post, così spero sarà a tutti più chiaro il procedimento...anzi, grazie di avermi segnalato lo sbaglio! :-)

@ Nonnagiulo Brava, immagine azzeccatissima! Ari-baci! :-)

@ Mammadeglialieni E chi più di noi che siamo "di sangue livornino" può amare questo piatto? Un abbraccio :-)

@ Simo Ma davvero non ti piace il polipo? E' il sapore, è la consistenza... o che cosa? Beh, sono contenta che tu abbia lo stesso apprezzato la ricetta...grazie! Baci baci :-)

Dida70 ha detto...

no no ... altrochè...questa è proprio una 'signora ricetta'!!!
l'ho vista già sta cosa e mi intriga non poco!!!
grazie Romina bella!
un abbraccio
dida

terry ha detto...

Mi piace tanto ma non ho mai provato a farlo! brava!:)

manuela e silvia ha detto...

Buonissimo e leggero..ma di gusto questo piatto!
un bacione

Micaela ha detto...

che buono, una volta l'ha preparato mia mamma con il tuo stesso metodo!!! l'ho divorato! devo provarci anch'io! un bacione.

fantasie ha detto...

L'ho visto fare a Simone e mi è sembrato semplicissimo, ma ancora non ho avuto il coraggio di farlo...
Tu sei stata bravissima!

Onde99 ha detto...

Rominette, sai che non il coraggio di farlo? Lo adoro , ma mi sembra difficilissimo, non mi verrà mai bello come il tuo...

sciopina ha detto...

romina io il segreto del polipo accasrtocciato proprio non lo conoscevo. Ma allora lo posso fare anch'io. MA devo leggere attentamente il procedimento, perchè non capisco il fatto di tagliare la bottiglia. Allora posso inserirlo anche in un recipiente qualunque cilindrico?

dolci a ...gogo!!! ha detto...

guarda io la storia della bottiglia proprio nn la conoscevo quindi per me è una grande novita!wow ci devo provare anche perche di solito io il polipo lo taglio a rondelle e poi ci verso limone sale ed olio con una bella manciata di rucola pero a carpaccio mi sa che è ancora piu delizioso!!bacioni imma

stefi ha detto...

Cara, fantastico!!!!!
Non ho mai provato a farlo ma credo che sia arrivato il momento!!!!!!
Complimentissimi, buon WE!

fiOrdivanilla ha detto...

siii la mia nonna me l'ha svelato questo bel metodo, il segreto del carpaccio di polipo sta.. nella bottiglia! :D cioè no, a dire il vero il segreto sta nel polpo che tira fuori tutta la sua gelatina. Infatti è questo e non la forma che questo prende: il polpo contiene una sua gelatina e se lo si pressa mettendolo poi a riposare al fresco e a al contempo a scolare , quando poi lo si toglie dalla 'messa in forma' diventa una specie di terrina, proprio come le terrine di gelatina! E allora si può affettare a fettine ! : )) grande Romy!! sei un mito! Buonissimo fine settimana anche a te! :***
baci "agrumati" ahhaha e tu sai perché:)

Max ha detto...

Il metodo della bottiglia non lo conoscevo proprio, metterei il peperoncino e la cipolla a fettine sottilissime solo perchè l'aglio sul polipo non mi piace come altro sembre tutto molto interessante. Buona Domenica.

Rossa di Sera ha detto...

Bellissime le fettine rosa!.. Sei stata davvero brava!
Io infilo il polpo )non molto grosso)in una lattina di pelati, poi la apro anche dall'altra parte e spingendo poco a poco lo taglio sottilmente!
Un bacione

Romy ha detto...

@ Dida70 Ciao, Giusy cara...buona domenica! :-)

@Terry Guardea...è di una facilità disarmante, più veloce a farsi che a dirsi...ed è davero di effetto! baci :-)

@ Manuela e Silvia E' vero, è un piatto nutriente e leggerissimo! Mi piace moltissimo....Un abbraccio! :-)

@ Micaela Spero tu stia meglio, cara Micaela! Ti mando un bacione :-)

@ Fantasie Guarda, come dicevo a Terry è semplicissimo...è solo un po' noiosetto perchè va fatto scolare, e..attenzione alle scottature! ma per il resto, se è riuscito a me...Buona domenica! :-)

@ Onde99 "Rominette" mi piace troppo!!! E per quanto riguarda il fatto che non ti verrà mai così bello....ma figurati! Tu pressa bene bene, e taglia più sottile che puoi...e vedrai che spettacolo! Baciuzzi :-)

@ Sciopina Mi sa che mi sono proprio spiegata male...scusate ragazzi! E' facile, basta tagliare una bottiglia, infilare il polipo e, all'occorrenza, tagliarla di nuovo a "pareggiare", dimodochè il peso che si mette sopra possa pressare a dovere! In teoria qualunque recipiente cilindrico andrebbe bene..il fatto è che deve essere un recipiente tale da poter far uscire il polipo con facilità, e tale da poter essere bucherellato alla base, per far uscire il liquido in eccesso! Spero di aver chiarito...ho fatto un errore, quello di non mettere le foto: avreste visto com'è facile! bacioni :-)

@ Dolci a go-go...Buonissima, la rucola col polipo! Ognuno è chiaro, una volta affettato, può condirlo come più gli aggrada! un abbraccio :-)

@ Stefi dai dai, coraggio! se avessi saputo quanto era facile, l'acvrei fatto sai quante volte! baci :-)

@ FiOrdivanilla Bacioni anche a te, agrumati e....profumati di pane! ;-P

@ Max Buono! La cipolla a fettine mi pare proprio un'ottima idea appetitosa, magari una bella cipolla bianca, croccante....bravo Max, grande dritta! :-)

@ Rossa di Sera Eh, ragazzi....Giulia è sempre Giulia! ...Un abbraccio, e grazie per il suggerimento...grande Rossa! :-)

marcella candido cianchetti ha detto...

mi piace e molto questo segretuzzo, e mi sà che deriva da un'antichissima preparazione che veniva fatta in tutto il bacino mediterraneo, certo non c'era la plastica ma si usavano appositi orci d'argilla, ricetta da copiare subito ciao PS:sei sù fb? io si anche se non immetto tutte le ricette, poca gente bongustaia mi basta e accetto volentieri critiche di chi ne sà più di me