venerdì 13 marzo 2009

Prugne, cioccolato, gelatina al gelsomino...la coppa Turandot!




Questo dolcino l'ho ideato su due piedi, basandomi anche su ciò che avevo in casa, ma soprattutto sulla consapevolezza di quanto buono sia il connubio cioccolato/tè al gelsomino...e di quanto saporite siano le prugne sciroppate!
La fragranza del vino di prugna e quella del tè al gelsomino mi hanno portato i profumi della Cina...mentre il fondente e la panna mi hanno ricordato proprio quel golosone di Puccini!
Sarò forse ambiziosa...ma mi piace così tanto dedicare al compositore che più amo al mondo dei piccoli omaggi golosi, e sognare che forse li avrebbe anche apprezzati!
Quale miglior nome, quindi, per questa coppa che...Coppa Turandot ? Ho voluto quindi giocare con sapori e consistenze....ed ho preso:


Coppa Turandot...


mezzo litro di tè forte al gelsomino, leggermente dolcificato ( ma poco poco...)

una confezione di Gelatina in Fogli PaneAngeli ( o comunque un gelificante che basti per mezzo litro di liquido: va be e qualsiasi colla di pesce, o anche l'agar-agar, da utilizzare secondo le indicazioni fornite sulla confezione...)

vino di prugna cinese

un barattolo di prugne sciroppate ( si trova in qualsiasi supermercato...)

una busta ( anzi, mezza busta avanzata ) di Dolceneve PaneAngeli ( ma va bene anche della panna da montare al momento, magari con un pizzico di Pannafix che la renda più compatta...)

qualche biscotto

cioccolato fondente al 70%

( P.S...Non ho fatto un contratto, purtroppo, con la PaneAngeli...è che avevo in casa proprio questi prodotti! )


La coppa va composta al momento, poco prima di mangiarla...ma con grande anticipo dobbiamo preparare la gelatina, visti i tempi che occorrono a farla solidificare e freddare...ecco come ho fatto...

Ho messo ad ammollare in acqua fredda la gelatina per dieci minuti...Nel frattempo ho preparato mezzo litro, forse meno, di tè al gelsomino ( ho usato il Damman Frères che vedete fotografato in questo post...), e l'ho dolcificato poco, anzi, pochissimo ( la gelatina al tè dovrà quasi pulire il palato con la sua freschezza, il suo profumo e la sua natura non-dolce...). Ho unito, dopo averla ben strizzata, la gelatina al liquido ancora molto caldo: ho mescolato bene sino a che non si è sciolta, e ho messo a solidificare il tutto in un piccolo recipiente, di modo che lo spessore fosse circa di un centimetro e mezzo. Ho lasciato raffreddare prima a temperatura ambiente: poi ho messo in frigo per diverse ore...

Siamo quasi in dirittura di arrivo...

A questo punto ho montato la panna con le fruste: questa potrà essere zuccherata o no, a seconda di quanto dolce vogliamo che sia il risultato finale...io ho usato, come vi dicevo, il DolceNeve Paneangeli, e devo dire che ha dato ottimi risultati, sia in termini di sapore, che di consistenza...Oltretutto questo tipo di panna può essere preparato con largo anticipo, per poi essere conservato in frigorifero: ma al momento di servirlo non dovrà comunque, essere freddissimo, dato che la nota di freschezza è affidata alla gelatina di tè...

Ho tagliato grossolanamente a coltello il cioccolato...

Ho snocciolat0 le prugne, e le ho divise a metà...

Ho ricavato dei dadolini abbastanza consistenti dalla gelatina, mantenendoli in fresco....

Ho preso lo sciroppo dal barattolo, l'ho messo in un pentolino, ho aggiunto uno/due cucchiaini di zucchero e l'ho portato ad ebollizione, facendolo ridurre per qualche minuto a fuoco alto, mescolando spesso...

A questo punto ho preso la coppa...


Ho sbriciolato grossolanamente dei biscotti tipo Pètit sul fondo, ed ho bagnato col vino di prugna, mescolando velocemente perchè si distribuisse bene...


ho messo due grosse cucchiaiate di panna...


ho sistemato qualche pezzetto di prugna sulla superficie...


e poi qualche dadolino di gelatina al tè di gelsomino, fresco...


come vedete avevo lasciato anche qualche fiore, a decorare...


Ho quindi versato sul tutto qualche cucchiaio di riduzione di sciroppo molto calda...


ho completato col cioccolato...


Quindi...subito in tavola!

Devo dire che questo dolcetto, più semplice a farsi che a dirsi ( può essere preparato tutto con largo anticipo, anche lo sciroppo, che potrà essere riscaldato al momento...) mi è piaciuto davvero molto: che il cioccolato e il gelsomino si sposino bene, lo si vede del resto anche dalla miscela di tè che l'Hotel Sacher ha ideato ad accompagnare la sua famosa torta...un Earl Grey al gelsomino, appunto....
La nota croccante è data dai biscotti sul fondo, leggermente liquorosi, e dal cioccolato fondente della copertura....La consistenza vellutata della panna lega ed ammorbidisce il tutto, le prugne danno una nota dolcissima e fragrante, così come lo sciroppo caldo...: nota fin da subito smorzata, ed equilibrata dalla fresca, fiorita gelatina al tè di gelsomino...





30 commenti:

Mary ha detto...

una bella ricetta da mangiare come dessert, baci!

Carolina ha detto...

L'ultima foto della tua Coppa Turandot è da leccarsi i baffi!!! Mamma mia che acquolina Romy...
Mi piace questa gelatina al gelsomino...
Buona giornata!

manu e silvia ha detto...

ma questo dolcino è fantastico! il thè al gelsomino proprio non l'abbiamo mai assaggiato..ma ti assicuriamo che volenieti lo sperimentermmo in questa golosità!
un bacione

Simo ha detto...

Che raffinata golosità............

Mirtilla ha detto...

la gelatina al gelsomino??sei una pazza creativissima!!!

Onde99 ha detto...

Allora, sarò sincera: il titolo e la prima spigazione mi lasciavano perplessa, perché sono contraria alle prugne e alla panna montata. E anche alla gelatina, stavolta non per ragioni gustative, ma logistiche (ho sempre paura che non rapprenda). Poi ho cominciato a leggere. Ho letto come si fa questa gelatina, ho capito che la parola gelsomino non si riferiva al fiore (che mancano ancora molti mesi perché fiorisca), ma al the, poi ho letto della composizione della coppa e della dedica alla perfida regina. E mi sono emozionata, come sempre quando ti leggo.

Le Pappe di Alessandra! ha detto...

Ciao...non ho parole!
Il tè al gelsomino è uno di quelli che più mi piace,pari merito con il matcha,ma ammetto di avere tanto da imparare!!!
Per caso tu studi filosofie orientali?
Perchè amando quella cultura riconosco in te qualche legame e somiglianza con l'atteggiamento asiatico nei confronti del cibo...
Vabè!Tutta questa mia curiosità per dirti che mi sembra favolosa questa coppa!!!

Francesca ha detto...

Bellissima questa coppa..non sapevo si potesse impiegare anche il tè al gelsomino..

Proprio brava..

Melania ha detto...

..bellissima ricetta..ma mina che canta Nessun Dorma non si può sentire!!! :)

Rossa di Sera ha detto...

Romy, ma come ti vengono queste invenzioni golose??
Bellissimi abbinamenti, riesco addirittura sentirne il profumo...
Complimenti e un bacione!

Samantha ha detto...

Complimenti per le tue ricette così fantasiose! La gelatina di tè al gelsomino deve essere strepitosa, la provo al più presto!
ex-anonimo

Francesca ha detto...

Che POESIA!!!! O meglio... che sinfonia ;-p
Romy, complimentissimi per la tua coppa, sono sicura che Puccini l'avrebbe più che apprezzata! Noi di sicuro! Un abbraccio

Romy ha detto...

@ Mary E' ottima anche come merendina, specialmente ora che le giornate sono più tiepide...Un bacione! :-)

@ Carolina Grazie! La gelatina al tè di gelsomino è davvero fresca e gustosa...la si può dolcificare a piacere, con effetti diversi a seconda di ciò a cui si vuole accostare! Buona giornata, cara Carolina! :-)

@ Manu e Silvia Il tè al gelsomino è davvero di una raffinatezza unica...provatelo senza zuccheo, al naturale, in accostamento anche ai cibi salati, come per esempio una delixata zuppa d'orzo, o degli spaghetti di riso conditi con verdure...ma è ottimo anche zuccherato con pasticcini al cioccolato...basta che non mettiate limone! Il tè al gelsomino, oltretutto, esiste nero e verde, a seconda della miscela di base...scoprirete da voi quale preferite e..attenzione alla temperatura dell'acqua, perchè se fatto male può risultare davvero sgradevole...Bacioni :-)

@ Simo Grazie mille cara! Ti abbraccio forte :-)

@ Mirtilla Devo dire che le gelatine sono la mia passione...è davvero divertente farle, anche quelle a base di vini, che sono perfette nelle macedonie! Buona giornata, Mirty! :-)

@ Onde99 Grazie per le tue parole gentili...sei davvero carina! E' vero, lì per lì può risultare strampalata, come ricetta...ma al primo assaggio, se la farai... so che cambierai idea! baci :-)

@ Le Pappe di Alessandra No, non studio filosofie orientali, ma me ne interesso....l'approccio al cibo nelle diverse culture mi incuriosisce molto, ed amo cambiare spesso ricette, ingredienti e tipo di cucina...Ti auguro una splendida giornata! :-)

@ Francesca Grazie! Le gelatine al tè sono davvero buone, anche abbinate ai formaggi freschi! Bacioni :-)

@ Melania Grazie anche a te! Invece devo dire che a me Mina, che di solito non piace moltissimo, anche se ne riconosco le doti canore, in quest'interpretazione è piaciuta molto, perchè ha dimostrato davvero una grandissima maturità canora ed interpretativa! Ho sentito questa musica all'apertura del festival di Sanremo, ed ho avuto molto piacere che Puccini sia stato interpretato in maniera così innovativa, e con un arrangiamento veramente...strepitoso! un abbraccio, cara Melania! :-)

@ Rossa di Sera Guarda...questa coppa ha davvero un profumo accattivante, specialmente se il tè al gelsomino è di ottima qualità, così come il fondente! Buona giornata! :-)

@ Samantha Ecco chi era l'anonimo! Allora, dato che hai un nome...ciao, benvenuta, cara Samantha! E grazie della visita...:-)

Pippi ha detto...

già al preambolo della ricetta mi assaporavo l'atmosfera...poi sentivo tutti gli ingredienti che elencavi.....ora ho una fame da lupo!!!

papavero di campo ha detto...

amica pucciniana! ricca di tante belle doti, su tutte e tutte le racchiude: la creatività, che è una risorsa gigante!e non è soltando inventare la coppa Turandot ma ancor di più! è la creatività del vivere: tu la usi a piene mani e questo ti rende molto affascinante! te lo dico come una sorella maggiore perché abbiamo molto che ci accomuna ed ambedue proviamo piacevolezza di scambiare e di esperire e di imparare..
e la gelatina di tè al gelsomino la imparo da te!

a.o. ha detto...

La tua gelatina mi appare assai fine, delicata, elegante.
Brava Romy, la Turandot ha il successo che merita.

Dida70 ha detto...

solo tu ... SOLO TU potevi creare e sottolineo CREARE qualcosa del genere! ora dico ... sicuramente ti ringrazio per l'indicazione su dve trovare le prigne sciroppate ... ma ... il vino di prugna cinese??? semmai mi venise in mente di cimentarmi nell'azzardare questa sublime coppa .. mi dici dove posso trovare il vino di prugna cinese? la cosa che più mi ha incuriosito di tutte è la gelatina al thè di gelsmino ... io la proporrei come ricetta della settimana per Blog di cucina!

Susina strega del tè ha detto...

che bel coppone!!! ^_^
se passi da me c'è un meme per te!!
baci e buon week end!!

Mara ha detto...

Ciao Romy, da quanto non passavo di qua!!! Scusa la latitanza, ma la testa è altrove ultimamente... La tua coppa è splendida; mi piacerebbe provare questi accostamenti di sapori e sono certa che non ne rimarrei delusa.
Un bacio

Romy ha detto...

@ Pippi E che problema c'è? Allunghi una mano e ti prendi la mia coppa Turandot! ;-P A parte gli scherzi...mi dispiace di poterti offrire il mio dolcino solo virtualmente! Un abbraccio...buon fine settimana! :-D

@ Papavero di Campo Grazie! Allora che dici, mi adotti ufficialmente come sorellina? Se sì, ti abbraccio ancor più forte! Grazie mille per le tue parole: sei sempre molto cara nei miei confronti, e sono contenta di ricevere dei complimenti da una persona così speciale...Baci :-D

@ Aiuola Odorosa Grazie, Aiuolina! I tuoi complimenti mi fanno sempre molto piacere...buon W.E.! :-D

@ Dida70 Grazie anche a te! Ragazze, siete dei tesori, veramente...allora...dove puoi trovare il vino di prugna? In qualsiasi negozio etnico, o nei negozi cinesi ben forniti, nei supermercati molto grandi, o anche...al ristorante cinese! Puoi chiedere se te ne vendono una bottiglia, e te ne danno un pochettino...è buonissimo! Ha circa undici gradi, ed è un liquore profumatissimo ,dolce, ma anche un po' asprigno...è perfetto come fine pasto! Bacioni :-D

@ Susina Strega del Tè Arrivooooo! Buon fine settimana anche a te, Susy cara! :-D

@ Mara Mara, ciaoooo! Mi sei mancata....io invece ti seguo sempre....e sei sempre più brava! Anche la rubrica delle pappe è proprio carina...un abbraccio forte! :-D

marcella candido cianchetti ha detto...

che goduria! mi piace molto il tuo sottofondo musicale buona domenica

mammadeglialieni ha detto...

omammina che meraviglia! sono senza parole, bravissima romy, sei una scoperta ogni giorno che passa!
buona domenica!

Carla ha detto...

Ciao Romy!
Buona Domenica anche a te!
Sei sempre così carina e gentile a passare e te ne ringrazio :)


Come sempre fai delle ottime sorprese...in fatto di cibi.
Questa gelatina al gelsomino la trovo deliziosa e con quelle scaglie di ciocolato una tentazione vera e propria!

Ultimamente ho un po' da fare per il restyling del mio blog ma appena posso ritornerò assiduamente tra voi tutte...
Un bacio
Carla

Romy ha detto...

@ Marcella Candido Cianchetti Guarda, l'ultimo album di Mina è davvero emozionante, tanto è vero che mio marito me lo ha regalato! E non ti puoi rendere conto di quanto mi abbia fatto piacere...Buona serata, cara Marcella! :-)

@ Mammadeglialieni Grazie, cara! Siete tutte molto gentili, e i vostri complimenti mi fanno proprio tanto tanto piacere! :-)

@ Carla Ti aspettiamo in gloria...ho già intravisto qualcuno dei cambiamenti del tuo blog....credo che diventerà davvero bellissimo e stiloso! Baci :-)

Rorò ha detto...

Romy bisbiglio anch'io...sono rimasta con l'acuolina in bocca nel guardare questa meravigliosa coppa Turandot. A quest'ora, dopo un pranzetto piuttosto vario e saporito, avverto una certa arsura che , ne sono certa, la tua coppa mi appagherebbe....
Romy scusa se ti impiccio....ma se passi da me c'è un meme per te. Grazie un bacio Rorò.

Rorò ha detto...

Romina cara scusami ma ho visto adesso che c'è già stato chi prima di me ti ha impegnata col meme........un abbraccio Rorò.

Camomilla ha detto...

Romy questa coppa è perfetta sotto ogni punto di vista: per i contrasti di consistenze, per il sapiente abbinamento dei sapori e per la sua presentazione... direi che il nome Turandot è molto più che azzeccato!

Romy ha detto...

@ Rorò Ciao! E grazie dei complimenti e della visita! Non ti preoccupare per il meme, anzi...grazie di aver pensato a me! un bacio e buona giornata! :-D

@ Camomilla Sono contenta che questo dolcino ti sia piaciuto...te ne offro, anche se solo con la fantasia, una bella coppa, augurandoti una dolce giornata! :-D

Fantasilandia ha detto...

Ma che bontààààààààààààààààààà
Quanto mi piacciono i tuoi sperimentini culinari, poi se si tratta di dolci, mi faccio subito avanti per rubarne qualche cucchiaiata. Questa coppa è una vera delizia!!!!
Slurp Slurp

Romy ha detto...

@ Fantasilandia Insomma...sei una golosona! Allora prendi il cucchiaino e serviti pure! Un abbraccio :-D