lunedì 8 dicembre 2008

Risotto alla mela verde e lattuga.


Spulcio dovunque, alla ricerca di ricettine nuove. Una ne ho trovata l'altra sera, sbirciando alla cassa sul mensile di una notissima catena di supermercati, quella...con la margherita e che inizia con la C.! BeneInsieme è davvero un opuscolo carino: le foto sono bellissime , tanto che ne ho collezionati diversi, mettendo le pagine più belle ed interessanti in un raccoglitore. Questa ricettina con la mela verde, e con la verde lattughina mi sapeva di fresco e di croccante, e non me la sono fatta scappare...presto, presto! Ho fatto passare avanti la signora che avevo dietro di me e...di corsa al banco frutta e verdura, col prezioso libriccino già in borsa!! Arrivata a casa, mi sono subito cimentata nell'impresa, il cui risultato è stato di gran lunga migliore di quello che credevo: mi aspettavo, infatti, un gusto asprigno, mentre la cottura ha dato una gradevole nota dolce alla mela, che è rimasta saporita, ma non acida: la lattuga ha dato la nota erbacea ed aromatica....squisito, bello a vedersi ed anche abbastanza economico!

Occorrono ( per 4 persone ):

g 280 di riso
g 80 di mascarpone
g 40 di burro
una mela verde ( ma con due viene più buono!!! )
mezza cipolla
un cuore di lattuga
brodo vegetale
vino bianco secco

Preparate il brodo. Tritate la cipolla e fatela appassire con metà burro, poi ponete il riso a tostare, sfumando con un po' di vino. Sbucciate mezza ( o una, nel caso che ne usiate due ) mela, fatela a dadolini ed unitela al riso, poi via via aggiungete brodo e fare cuocere. Intanto tagliate a strisce sottili la lattuga, e a dadini la restante mela, che farete cuocere a fuoco vivace col resto del burro. Quando sarete quasi a fine cottura del riso, unitevi il mascarpone e la lattuga: mantecate brevemente. Impiattate, mettendo sopra i dadolini di mela rosolati nel burro...io ho proposto, nelle foto, anche una variante con sopra una noce, magari a pezzettini, e le mele a parte...Ma adesso...

Un po' di storia!....

La mela verde è famosa non soltanto per il suo sapore, e per il verde che caratterizza addirittura un colore, il verde-mela, appunto, ma anche per il profumo....vi ricordate lo squisito shampoo che faceva impazzire tutti negli anni '80?


Graziosa, e soprattuto, vera è la storia che si cela dietro il nome di questa bella ,e inconfondibile, mela . Alla metà del XIX secolo, a Ryde in Australia ( dove ancora oggi è possibile trovare meli Granny allo stato selvatico ), Maria Ann Smith ,inglese , nata alla fine del '700 nel Sussex ed emigrata al seguito del marito Thomas, stava dando una ripulita al suo frutteto : in particolare, stava estirpando i polloni alla base di alcuni meli, gettandoli in un angolo.

Foto tratta dal sito City Of Ryde

Ma quei rametti buttati così, in un luogo umido e terrroso, germogliarono come vere e proprie talee: fecero anche dei frutti, delle meline verde smeraldo. Incuriosita, Maria coltivò con amore le piantine, ricavandone dei piccoli meli che davano frutti aspri, ma sugosi, facili a conservarsi, resistenti ai viaggi alle intemperie. In verità quello che Maria aveva estirpato non era altro che ciò che restava di alberi piantati in loco dai Francesi, alberi trapiantati anni prima in Tasmania. La mela a cui la donna diede il nome venne subito messa in commercio, ma Maria morì prima di vedere la Granny agli apici del successo: vinse infatti la Fiera Nazionale del 1891, per poi essere, nel giro di qualche anno, esportata nel mondo intero, sino a raggiungere gli Stati Uniti nel 1972.


22 commenti:

Camomilla ha detto...

Ciao cara! Anch'io ho visto quell'opuscolo, mia madre fa spesso la spesa nei supermercati di quella catena e me l'ha mostrato la settimana scorsa... Davvero particolare questo risotto, deve risultare molto cremoso con il mascarpone, mi ispira tanto!
Baci

Gunther ha detto...

è una ricetta molto interessante questo risotto alla mela verde mi paice molto

a.o. ha detto...

Questo risottino m'invoglia e non poco. La mela verde è una vera e propria risorsa, versatile e succosa ci da sempre soddisfazione.
Il Campus... quanto mi inebriava.

ciao Romy, la storia di mary smith non la conoscevo, grazie.
a.o.

Onde99 ha detto...

Che idea spettacolare! Alla Conad non vado mai, ma qualche volta sono entrata in possesso, non ricordo come, del magico giornalino, che è davvero ben fatto, niente a che vedere con quello di altre catene!

Paola ha detto...

Bella ricetta, molto interessante. I miei complimenti anche per Méndiants qui sotto io li adoro li ho mangiati in Belgio a Bruges e ne ho portati molti in Italia. Ho appena ordinato il libro di cucina di Joanne Harris, poi ti dico....

papavero di campo ha detto...

diamine lo shampoo alla mela verde che era sparito dai ricordi:)

un'ode alla mela verde!
nelle insalate nei risotti nella cottura delle carni e nell'uso nature! semplicemete in mano:)

mammadeglialieni ha detto...

buono, deve essere molto delicato!

in effetti i mendiants sono buonissimi! brava, sono davvero perfetti!

mi piace un sacco il tuo blog scozzese, e poi ci nevica!!!!

un abbraccio!

Carla ha detto...

Buongiorno Romy!
Originale questo risottino alla mela verde e lattuga! Mai mangiato e deve avere un sapore molto delicato :)
Ora mi hai messo una curiosità devo trovare anch'io quell'opuscolo se ci sono ricette così interessanti...e grazie delle info a riguardo della mela!
Bravissima Romy :)))
Un bacio
Carla

Romy ha detto...

@ Camomilla Hai visto com'è carino, BeneInsieme? Io ci trovo sempre un sacco di spunti interessanti, perchè non ci sono soltanto ricette: vi si parla di sagre, eventi, prodotti etc...e poi, considerando che è gratis...un bacio

@ Gunther ciao! Sono contenta che questo piatto ti sia piaciuto: provalo e...ne sarai conquistato! Buonissima giornata

@ Aiuola Odorosa di' la verita, cosa non daresti per averne un flacone e dargli una "sniffata"? Eppure, credo che non sia più in commercio, non so che problema c'è stato...ci accontenteremo ( per così dire...) delle vere mele verdi! Un abbraccio

@ Onde99 E' vero, è un opuscolo fatto proprio bene: anche le foto...hai visto che belle? Baci baci

@ Paola Il libro di cucina della Harris!...che spettacolo! Anche io avevo pensato di farmelo fare come regalo di compleanno, a gennaio, anche se ormai, con tutte le volte che vado in libreria e lo sfoglio, non ti dico che lo conosco a memoria, ma quasi...E' davvero bellissimo, vedrai che ti piacerà! Un abbraccio

@ Papavero di Campo mi unisco all'ode! La mela verde è un piacere per gli occhi, per il palato, per il naso! Bacioni :-)

@ MammadegliAlieni sono contenta che la nuova veste del mio blog ti piaccia! Volevo qualcosa di più "caldo" che il semplice rosa dello sfondo con cui ho iniziato, qualcosa che facesse pensare ad un plaid, o ad una tovaglia: a casa mia, insomma, a Chez Moi! Baciotti

@ Carla Ricevere degli apprezzamenti da te che sei così brava mi rallegra sempre...grazie! Un abbraccio

Dida70 ha detto...

e poi vengo qui e ti trovo queste autentiche chicche ... io adoro i risotti in tutte le salse e questo è proprio particolare ... e grazie per le notizie sulla mela verde, ho nel naso ancora il forte odore dello shampoo ...
e che dire del post più sotto sui cioccolatini del libr di Joanne Harris? vera poesia!
grazie Romy
un abbraccio
dida

Mirtilla ha detto...

complimenti!!
questi si che e'un gran bel piatto,e la presentazione e'la ciliegina sulla torta ;)

Romy ha detto...

@Dida 70 Prego, cara! Cremosi, consolanti, vellutati risotti! Il riso è davvero un ingrediente versatilissimo, pronto ad essere presentato in mille modi e insieme a mille ingredienti, ma...che dire del riso in bianco? Uno dei piaceri della vita , nonostante molti lo leghino al concetto del "sto-male-di-stomaco-ho-mangiato-troppo-devo-stare-leggero",è :riso, buon burro, una spolverata di parmigiano...altro che cosucce da malati!

Romy ha detto...

@ Mirtilla Grazie dell'apprezzamento! Come vedi ho messo nel piatto l' anice stellato: una spezia che trovo, oltre che profumatissima, anche molto decorativa! Baci baci :-)

nina ha detto...

ahahah che bello lo shampoo alla mela verde!!!
e risotto proverò, sembra così morbidoso..

un bacio
f

Fantasilandia ha detto...

Noooooooooooooooo
io me lo ricordo benissimo questo shampoo mi piaceva da morire!!!!!!!
La ricettuzza che hai postato è una vera delizia e poi dalle foto ti verrebbe di dargli una bella cucchiaiata!!!
Bacio Bacio

sweetcook ha detto...

Ciao! Credo di visitare il tuo blog oggi per la prima volta. Volevo farti i complimenti sia in generale che per questo risottino che non deve essere niente male:-) A presto!

Simo ha detto...

che buono...da provare sicuramente!!!!!
Brava, ottimo abbinamento!!!

Romy ha detto...

@ Nina cremosissimo, in verità!...Ma non stucchevole. Provalo, sono sicura che ti piacerà! Un bacio anche a te :-)

@ Fantasilandia La cucchiaiata furtiva è proprio quello che ci vuole, davanti ad un bel risottino profumato! baciuzzi :-)

@ Sweetcook Ciao, benvenuta! Ti offro virtualmente una buona tazza del tè che sto bevendo, un Pai Mu Tan, bianco e fragrante! Grazie, i complimenti sono sempre graditissimi! Un abbraccio... :-)

@ Simo E' vero, è da provare perchè l'effetto finale è molto cremoso e, a dispetto dell'ingrediente mela verde, assolutamente non aspro, anzi...Un bacione :-)

andrea matranga ha detto...

molto interessante. brava

Romy ha detto...

Grazie mille, Andrea; detto da uno chef come te, è un complimento davvero gradito! Anzi, già che ci sono ti metto tra i miei links preferiti, perchè il tuo blog mi è davvero piaciuto molto! Buon fine settimana :-)

marcella candido cianchetti ha detto...

ottimo da fare sicuramente ,grazie x la storia della mela verde ciao

Romy ha detto...

@ Marcella Candido Cianchetti Prego! Sì, è molto cremoso e delicato e poi, se ami la mela verde...come resistere? Bacioni :-D