domenica 7 dicembre 2008

Mendiants....


C'era una volta un piccolo villaggio francese, Lansquenet, ed una deliziosa cioccolateria il cui nome era tutto un programma: si chiamava La Céleste Praline, e la sua proprietaria era una giovane donna, Vianne.
"Qualunque strega degna del suo libro di magie vi direbbe che era illuminata di fascino. Fascino per cambiare il corso delle vite, fascino per incantare, per curare, per ferire, per nascondere."
Vianne aveva capelli da zingara, grandi bracciali ed uno sguardo capace di capire, in un batter di ciglia, i desideri più profondi di chi si affacciava al suo negozio: sapeva carpire l'essenza delle persone,e consigliare il cioccolatino perfetto per loro, quello che li rispecchiava e che li avrebbe resi felici.
Aveva una figlia, la piccola Anouk, che giocava spesso con il suo amico immaginario, il dolce coniglio Pantoufle. Ma il destino di madre e figlia era segnato: esse non trovavano mai pace in nessun luogo, e loro destino era quello di pellegrinare, sospinte dal vento.

"Voilà le bon vent, v'oilà le joli vent
Voilà le bon vent, ma mie m'appelle
Voilà le bon vent, v'olià le joli vent
Voilà le bon vent, ma mie m'attend"

Cantava la loro filastrocca. Il loro vagabondare le portò sino a Parigi, nel fascinoso quartiere di Montmartre, dove, con l'aiuto della vivace, e misteriosa, Zosie de l'Alba, la Chocolaterie riprese vita...

" Guardo nella chocolaterie. Ha un aspetto caldo, quasi intimo. Le candele bruciano sui tavoli...Ha il profumo di arancia e chiodi di garofano...del vino aromatizzato che serviamo insieme alla nostra cioccolata calda speziata, e di pan di zenzero fresco, appena sfornato...Si fermano davanti alla vetrina, catturano l'odore, ed eccoli entrati, con l'aria un pochino stordita...biscotti all'arancia amara, MENDIANTS Du Roi, quadretti al peperoncino piccate, tartufi al brandy alla pesca, angioletti al cioccolato bianco,croccantini alla lavanda, tutti che sussurrano in modo impercettibile:

"Provami. Assaggiami. Gustami...."

Chi mi conosce sa quanto io ami Joanne Harris, per il suo modo unico di descrivere cose e persone, ma anche per i suoi voli culinari, che hanno portato alla creazione di veri e propri libri di cucina ispirati ai suoi racconti. In particolare ho adorato il suo libro Le Scarpe Rosse ( The Lollipop Shoes ), il seguito di Chocolat, che ho letto in meno di tre giorni...Per la sua uscita la splendida pasticceria Cova di Milano ha organizzato un evento di un'eleganza senza pari, mettendo in vetrina non solo cioccolatini di ogni foggia ed il bellissimo libro di Joanne, ma anche un paio di scarpette color rubino appartenute alla splendida Marilyn Monroe.


Il nome dei cioccolatini preferiti dalla piccola Anouk-Nanou, i Méndiants, appunto, mi ha subito incuriosito. Come mai un tale nome , mendicanti, è stato accostato ad un tale tripudio di vellutati profumi e fragranti consistenze? I Méndiants, infatti, non sono altro che dischetti di cioccolato fondente, o al latte, a cui viene aggiunta frutta secca o candita!
Sono un classico anche nel Natale Provenzale, che prevede tradizionalmente 13 desserts, per richiamare simbolicamente la figura di Gesù coi dodici apostoli: è chiaro che questi dolci dovranno essere semplicissimi, e i Méndiants, per la loro facilità di esecuzione e per gli ingredienti semplici da reperire in questo periodo, sono perfetti. Una spiegazione al loro bizzarro nome ci viene dalla bocca di Vianne stessa:

" Sono i miei preferiti - e si chiamavano così perchè anni fa venivano venduti dai mendicanti e dagli zingari- dischi grandi come biscotti di cioccolata nera, al latte o bianca, sui quali si sparge della scorza di limone, o mandorle, ogrossi chicchi di uva malaga...Ad Anouk piacciono quelli bianchi,anche se io preferisco quelli scuri, fatti con la migliore copertura al settanta per cento. Dolceamari al palato, con il gusto dei tropici misteriosi..."

Ma questa non è l'unica spiegazione: Vianne parla di frutta candita ( e l'abbinamento scorzette/cioccolato è ormai riconosciuto come uno dei più golosi al mondo...), e di frutta secca in genere: ma i puristi della ricetta parlano di frutta di quattro colori, che devono essere tutti presenti su ogni Méndiant: ad esempio...

Mandorle
Noci/nocciole
Fichi secchi
Uvetta/ Prugne secche

Questo perchè? Perchè il grigio, il bianco, il marrone, il violaceo di questi frutti ricorderebbero il colore delle vesti dei quattro grandi ordini mendicanti della Chiesa Cattolica...ecco qua un'altra spiegazione al nome di questi deliziosi cioccolatini! Procuratevi quindi:

la frutta secca, meglio se quella "canonica" di quattro colori differenti
del cioccolato fondente al 70%, ma anche al latte o bianco
della carta forno
una palettina

Sciogliete dolcemente a bagnomaria il cioccolato ( i vari tipi separatamente! ), prelevatene un po' con un cucchiaino e, con delicati gesti circolari, spalmatelo sulla carta forno, posta su un piano freddo o su un tagliere di legno. Dovrete formare dei dischi abbastanza sottili, grandi come una grossa moneta...Finchè sono ancora morbidi, affondate su di essi la frutta secca a pezzettini, metteteli quindi al freddo ( anche fuori di finestra ) a solidificare bene. Staccateli poi con una palettina e manteneteli al fresco sino al momento di consumarli. Piacciono molto anche a me, che non amo il cioccolato: il gusto burroso e vellutato di quest'ultimo fa da antefatto alla saporita croccantezza della frutta secca, come la tenda di un teatro che si apre a svelare...la magia!

Con questa ricetta vorrei partecipare alla deliziosa iniziativa di The Swan Cake, il cui bannerino vedete qui a fianco!


25 commenti:

Mirtilla ha detto...

che buoni!!!al cioccolato bianco poi..

Mary ha detto...

belli e sfiziosietti !

Simo ha detto...

Ciao Romy, il tuo blog è bellissimo, non lo conoscevo ma ora l'ho linkato nei miei preferiti!
Questo post sul cioccolato è fantastico...adoro anch'io J.Harris, ho letto praticamente tutti i suoi libri, e.....davvero, mi sembrava di rivivere il romanzo, leggendoti!
Bravissima

Rossa di Sera ha detto...

Romy, che bello il racconto, le spiegazioni, il passaggio del libro.. Anche i dolcetti sono stupendi!
Complimenti, cara!!!

Romy ha detto...

@ Mirtilla Ti capisco...aaahhhh, se ti capisco! Baciotti, cara Mirtilla!

@ Mary E' vero, si presentano proprio bene, anche per fare un pensierino ad un'amica...all'inizio bisogna farci un po' la mano, perchè i dischetti di cioccolato vengono un po' troppo fini, o troppo spessi... però,dopo i primi, il gioco è fatto! Ti abbraccio

@Simo Grazie dei complimenti, cara Simo, e benvenuta Chez Moi! Ti offro quindi virtualmente "la tua preferita"...cioccolata calda con cannella e panna...ho indovinato? Mah, forse mi sono un po' troppo immedesimata nella parte ;-P Bacioni!

@Rossa di Sera Sei sempre gentilissima e carinissima...grazie! Sono contenta che il post ti sia piaciuto...ti abbraccio forte!

manu e silvia ha detto...

Bellissimo questo post! Un racconto semplice ma ricco di particolari il tuo!! Sei sempre dolcissima nei tuoi post!
Questi cioccolatini sono sublimi..cioccolato e frutta secca...li eleggiamo ai nostri preferiti prima ancora di assaggiarli!
bacioni

Romy ha detto...

@ Manu e Silvia Grazie, mamma mia quanti complimenti! :-D Verissimo, il connubio cioccolato-frutta secca fa sì che questi due ingredienti tirino fuori il meglio di sè! Buonissima giornata a tutte e due!

Onde99 ha detto...

Romy, già mi avevi conquistato nominando il VV Market, ma, adesso che hai citato Joanne Harris, hai in me la tua più grande fan!!!! Hai letto "5/4 d'arancia"? Malgrado la storia non proprio festosa, è un inno all'amore per la cucina ed è da quando l'ho letto che mi frulla in testa il "far bretone"...
Grazie anche per avermi spiegato come fare i mendiants, anch'io, come Nanou, amo quelli bianchi!

Chiara ha detto...

che post stupendo !!
proprio domenica scorsa ho rivisto chocolat
i cioccolatini sono molto molto belli!!li proverò!
grazie per questo angolo d'incanto!!

Romy ha detto...

@ Onde99 Grazie! Che bello, un'altra fan di Joanne ...no, non l'ho mai letto, ma ho intenzione di farlo al più presto: ora ho per le mani " Vino, Patate, Mele rosse "...poi ti dico se mi è piaciuto! ( ma sappiamo entrambe che la risposta...è scontata! ). Un abbraccio affettuoso :-)

@ Chiara sono davvero lusingata dal tuo commento...Chocolat è un bellissimo film,ma...hai letto il libro? Se non l'hai fatto, te lo consiglio, perchè è veramente un libro pieno di fascino e magia! Bacioni

Fantasilandia ha detto...

Romy, quanto mi piace leggere i tuoi post,mi fai viaggiare con la fantasia. Questi cioccolatini sono semplicemente buonissimi. Aspetterò con ansia il prossimo tuo post per legeere leggere e leggere!!!
Bacini

papavero di campo ha detto...

bella reminiscenza dei dolcetti con la frutta secca
e delizioso rimando al film Chocolate!

Romy ha detto...

@ Fantasilandia Sono contenta che ti piaccia leggere i miei post: sono una gran chiacchierona, e quindi scrivo...scrivo...e poi, secondo me, la ricetta in sè e per sè non è tutto: mi piace dare qualche notizia sulla storia di quel piatto, o sull'ingrediente utilizzato! Bacini anche a te!

Romy ha detto...

@ Papavero di Campo Al film ,ma soprattutto al libro! Joanne Harris ha un modo di scrivere che mi incanta. Ti abbraccio!

Chiara ha detto...

si, sono una divoratrice di libri!!
preferisco di gran lunga i libri ai film, questi ultimi nn riescono mai a trasmettere la poesia e le emozioni che l'autore del libro imprime con le sue parole!!
il tuo blog è splendido!!!

Romy ha detto...

@ Chiara Oddio, ragazze, con tutti questi complimenti mi farete arrossire! Un bacio grande...grazie! :-)

NIGHTFAIRY ha detto...

Sono carinissimi e molto simpatici da servire!

Luca and Sabrina ha detto...

Da rimanere a bocca aperta! Un effluvio di goloso piacere ci sta scorrendo a fior di pelle al solo immaginare le labbra che si avvicinano a queste delizie!
Complimenti!
Un abbraccio da Sabrina&Luca

Romy ha detto...

@ Nightfairy se cerchi la magia del cioccolato, la troverai assaggiando un Méndiant: guarda, devo confessarti una cosa...io non sono un'appassionata di cioccolato! Adoro il suo caldo colore, il profumo avvolgente, la coccola cremosa della cioccolata in tazza, la lucentezza di velluto delle tavolette di fondente...mi piace annusare il cioccolato, mi piace la parola cioccolato e parlare del mondo del cioccolato...MA il gusto, è quello che mi attrae di meno. EPPURE...questi cioccolatini mi hanno fatto capitolare, e mi sono piaciuti da morire!!! Bacioni :-)

@Luca and Sabrina Carissimi, benvenuti! Lussurioso e peccaminoso, il cioccolato, ma anche legato all'infanzia e alla purezza dell'essere bambini! Evocativa magia del cibo...Un abbraccio! :-)

Carla ha detto...

MA lo sai che non sapevo si chiamassero così! e grazie di tutte le info che derivano da questi piccoli dolcetti che io ho fatto tempo fa chiamandoli
semplici dischetti :)

Chocolat lo adoro!!!!

e questo post è meraviglioso :D

Un bacio

CArla

Romy ha detto...

@Carla io, invece, mi ero sempre chiesta, dopo aver letto i libri di Joanne Harris, che sapore avessero i Méndiants...scoprirlo è stato come trasformare in realtà la magia del racconto! Sarebbe bello assaggiare le ricette dei nostri libri preferiti, vero? Baci

Carla ha detto...

Non ho mai trovato i libri di Joanne Harris...li devo ordinare o comprare on line! Tu dove li prendi a Milano?
In quali libri parla dei mendicants? Mi puoi dare i titoli?
Grazie mille :)
Chocolat ho visto il film e non letto il libro purtroppo! e che dire di Jonny Deep!
Niente perchè non ci sono parole per descriverlo :)))
Carla

Romy ha detto...

@ Carla Avevo letto dei Mèndiants in alcuni cenni che ho trovato in Chocolat e ne Le Scarpe Rosse, che sono i libri da cui ho preso alcune delle citazioni. Per quanto riguarda dove ho comprato i libri della Harris, li ho trovati con grande facilità anche qui dove sto io, nella provincia di Livorno! Quindi, immagino che nelle grandi città sia una cosa semplicissima...E comunque, nelle librerie in rete tipo Unilibro, o IBS trovi veramente di tutto...Se vuoi sapere alcuni titoli,dai un'occhiata qui:

http://www.ibs.it/ser/serfat.asp?site=libri&xy=joanne+harris

Bacioni

Serena ha detto...

che belli i tuoi post con la storia delle ricette che posti...mi piace, ti posso aggiungere ai miei link preferiti?..
un abbraccio, continuo la perlustrazione del tuo blog..
:)

Romy ha detto...

@ Serena...Ma certo che puoi! Anche io l'ho appena fatto con te, perchè il tuo blog La Polpetta Perfetta è troppo carino! Grazie mille per i complimenti...Baci baci :-)