domenica 27 dicembre 2009

Tè Gopaldhara in compagnia di Shakespeare.... marmellata di pere e spezie.




...Non è mai notte quando vedo il tuo volto; perciò ora a me non sembra che sia notte, nè che il bosco sia spopolato e solitario, perchè per me tu sei il mondo intero; chi potrà dunque dire che io sono sola se il mondo è qui a guardarmi?....

“Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare



Svegliarsi all'alba, quando ancora tutto è pace....

Rituale di gesti banali, ma preziosi....per riconoscersi ogni mattina, per dire al mondo...." Io sono, io vivo! "

Mi sorride sonnacchiosa la mia casa.

Mille piccoli oggetti, visetti conosciuti mi guardano con amore....



Stamani ho allietato la vista con l'oro e l'ambra di un Darjeeling Gopaldhara, regalo che mi sono fatta appena sveglia...



Ho tuffato l'olfatto assonnato nel suo bouquet sottile...Ho sognato un mazzolino dai toni delicati.... ma voltando lo sguardo dell'immaginazione ho visto sul tavolo anche un cesto di frutta succosa e matura.... piccole mele croccanti , pere dalla fondente polpa eburnea .... succosa uva moscatella...

Il Gopaldhara è stata una vera rivelazione: già aprendo la scatola di latta, le foglie, dalla colorazione non uniforme , simile a quella del manto di un bosco in autunno, rendono questo tè un vero spettacolo per gli occhi. E il profumo... arioso come i giardini da cui proviene, i più alti della regione del Darjeeling....

Ho abbinato una semplicissima fetta biscottata integrale, che però ho impreziosito con una composta dai profumi delicatamente speziati, quella alle pere... produzione Chez Moi!


Confettura di Pere e Spezie

500 g di pere decana o ruggine

250 g di zucchero ( se possibile misto tra semolato e Panela: quest'ultimo dona un accento sottile di bosco e di miele, oltre che un colore leggermente ambrato... )

mezza busta di Fruttapec 2:1 ( il contenuto di una busta è infatti dosato per un chilogrammo di frutta )

1 cucchiaio scarso di polvere di spezie: chiodi di garofano, cannella e cardamomo....potrete farla da voi, sbucciando il cardamomo, spezzettando la cannella e i chiodi, per polverizzare poi il tutto in un macinacaffè...Io uso spesso quella di LiberoMondo, profumatissima e....solidale!

Il trucco sta nel preparare la polpa....dovrete tritarla finissima, con l'aiuto di un coltello prima e di una mezzaluna poi ( meglio non frullarla affinchè la pectina possa agire nel migliore dei modi.... ) Il tutto dovrà essere fatto nella maniera più veloce possibile: la pera tende infatti a scurirsi velocemente: se ciò dovesse accadere, ovvierete facilmente con qualche goccia di limone o con una punta di acido ascorbico ( si compra in farmacia...) : si tratta della comune vitamina C, dal potere antiossidante ....

A dispetto dei metodi più tradizionali, mi capita spesso di utilizzare il Fruttapec 2:1 :quando voglio lasciare intatto il gusto ed il colore della frutta, e quando desidero una consistenza più fresca e un sapore meno stucchevole...Dico Fruttapec, giacchè si tratta di una marca conosciuta e facilmente reperibile a costi contenuti: ma in generale intendo pectina, quell'addensante naturale che a dispetto del nome industriale, il temibile E440, deriva semplicemente dalla frutta , in particolare da mele e agrumi , tanto che può essere fatto anche in casa ( e a questo proposito date un'occhiata a ricette come questa ) . Ce ne sono di diverse marche: nei negozi di alimentazione biologica trovo spesso quella della Vita Vegan, anch'essa ottima.

La pectina aiuta a velocizzare, ottimizzandolo, il processo di addensamento, di gelatinizzazione di dolci e marmellate: per alcune confetture, come per quella di prugne, che adoro, preferisco il metodo tradizionale, quello lento, con l'ampia pentola che borbotta sommessamente sul fornello....Ma per molte altre, in particolare ciliege e fragole ( frutta particolarmente delicata e ricca di acqua...) ma anche per questa, la confettura di pere, che non amo particolarmente dolce, la pectina 2:1 è un valido aiuto....

Torniamo al procedimento, semplicissimo: una volta preparata la frutta, ponetela in una pentola di acciaio inox dai bordi alti: mescolate lo zucchero alla pectina, ed aggiungete la polvere alla frutta, mescolando dolcemente a fuoco spento e lasciando passare qualche minuto. Poi portate ad ebollizione, schiumando se necessario: ad appena tre minuti dall'inizio dell'ebollizione ( eventulamente aggiungerete uno o due minuti in più, se " la prova goccia sul piattino" non vi convince ) la confettura è pronta....I barattoli in cui verrà invasata dovranno essere perfettamente sterilizzati: io uso i Bormioli, e li sterilizzo bagnandoli e passandoli per uno, due minuti nel microonde alla massima potenza ( attenti alle scottature! ): l'importante è munirsi di tappi sempre nuovi, che disinfetto con alcool buongusto a 95°, incolore e insapore, quello, insomma, che si usa per fare i liquori. Se, una volta chiusi i vasi, li capovolgerete, si formerà in breve il sottovuoto , ed il tappo verrà ulteriormente sterilizzato!

P.S. Un tocco specialissimo per la vostra confettura: potrete aggiungere, a fuoco spento, una spolverata leggera di noce moscata o di macis, ma anche una macinata ( o qualche grano ) di pepe nero freschissimo....niente di più prezioso!



15 commenti:

fiOrdivanilla ha detto...

il regno dei foodblogger era come un puzzle mancante di un pezzo importante. Mi accennavi dei sablée là 'da me' l'altro giorno.. ma io ricordo non solo i sablées. ma i TUOI biscotti in generale! A quando i prossimi!? Io ero e sono tuttora grande fan dei tuoi biscotti! E sai perché vero? Perché ne sfornavi di tutti i tipi, perché erano "tuoi", erano creati dai tuoi viaggi reali ma anche astrali.. erano tuoi e questo mi bastava e avanzava. La tua inventiva mi piaceva e mi piace da morire.. la cosa bella poi, è che nessuno meglio di te sapeva e sa abbinarli al miglior tè! E questo post ne è la prova!

Le pere decana... accidenti, le migliori! Quando andavo (e andrò alla nuova apertura;P) da papà in negozio, quelle erano quelle che sicuro come l'oro mi portavo via :) insieme alle mele Fuji e alle buonissime papaye del Brasile o della Malesia.. che almeno mettono sempre un po' di clima tropicale in casa, nonostante il freddo eheh :)

sei unica Romy, un caldo abbraccio e (lo sai) a prestissimo.. non appena riesco a ritagliarmi del tempo ;)

pagnottella ha detto...

Che meraviglioso post...
un bacio :-)
Adoro il tè...il tè "vero" ;-)

mike ha detto...

la pectina è molto utile...io sono del parere che è sempre meglio alterare poco sapore e colore, latrimenti si mangia una cosa che con l'elemento primordiale non ha nulla a che vedere...anche io ho partecipato alla raccolta...è stato molto carino perchè non avevo mai usato il te in cucina!!!bacio romy

colombina ha detto...

che buono... adoro le spezie... il te, la poesia..... meravigliso!!!

Romy ha detto...

@ FiOrdivanilla Eccola qui, la mia cara amica...sei troppo carina, grazie mille! Se aspetti i biscotti, sappi che...li aspetto anch'io! E' tanto troppo tempo che non pasticcio con mattarello e formine, ma qualche ideuzza già ce l'ho....spero di metterla in pratica prestissimo! Che buona la frutta...me ne hai messa una voglia! Di mele fuji una sola soletta mi pare di averla...quasi quasi....Un abbraccio affettuoso :-)

@ Pagnottella Ciao! Mi scuserai, ma se solo mi hai seguito un pochino saprai che è diverso tempo che manco, e che ho perso un bel po' di confidenza col mio blog....sei nuova, mi sembra? Non vorrei sbagliarmi! Se sì, benvenuta...Comunque, sia che tu sia una lettrice nuova o che tu sia un'affezionata di Chez Moi!, ti porgo una dorata tazza di Gopaldhara, e ti invito a fare merenda con me, magari con questi dolcetti che sto preparando ( li posterò al più presto! )! Baci :-)

@ Mike Buonasera, carissima! Condivido in pieno ciò che hai detto...ti è mai capitato di assaggiare delle marmellate che sembrano tutte uguali, scure scure, e troppo profumate, magari, di buccia di limone? A me sì, e non è che le ami molto...Un saluto e un abbraccio :-)

@ Colombina Grazie, cara! Scusa, ma per te vale quel che ho detto anche a Pagnottella...sei nuova? E se vuoi unirti a noi ( Mike, naturalmente sei invitata anche tu! ) nel sorseggiare un buon tè, accomodati pure...una tazza è già sul tavolo per te! Bacioni :-)

Susina "strega del tè" ha detto...

mamma mia quanto mi sei mancata!!!!!
mi hai fatto sognare, come sempre ...
shakespeare, tea .... oh my god!!!
me happy ....
^^

pagnottella ha detto...

Carissima :-)
non c'è niente di cui scusarti...certo ho letto...mi dispiace tanto, però sento che la tua forza interiore è immensa, è dolcissimo leggerti.
Il tuo bellissimo blog, è avvolto da un'atmosfera meravigliosa che mi trasmette benessere...
è un piacere averti scoperta.
Cara questi dolcini sono deliziosi...ti verso un altro pò di tè? :-)

Onde99 ha detto...

Che bel post, Romy... sai, in questi mesi non ho mai voluto forzarti, ma la verità è che il tuo blog mi è mancato molto: mi mancava la sua poesia profumata di albe, di crepuscoli e di the amaro... mi mancavano tutti i romantici accompagnamenti di porcellana, di zucchero e pasta frolla, che solo tu sai come abbinare agli infusi migliori, e le tue citazioni letterarie, che mi fanno credere, ancora per qualche minuto, di vivere nel mondo libresco di quando ero al liceo e credevo che là fuori mi aspettassero i folletti del "Sogno" shakesperiano. Grazie di essere tornata!

Romy ha detto...

Susina, Onde....eccovi la vostra tazza! Sedetevi pure, a fare due chiacchiere!

@Susina Grazie mille, sono contenta che il mio post ti sia piaciuto...il giudizio di una vera ed autentica strega del tè è molto importante, per me! baci :-)

@ Onde99 Cara, cara Onde...sai già tutto! Grazie per i complimenti, e per l'incoraggiamento! Mi hai sostenuto come lettrice, ma soprattutto mi sei stata vicina come amica...te ne sono grata!
Ah...a proprosito, c'è qui con me Puck che ti saluta tanto tanto! Speriamo che stia buono e non mi combini uno dei suoi pasticci! :-P

Carolina ha detto...

Come ti ho già detto, è un piacere rileggerti cara Romy!
Un abbraccio forte.

papavero di campo ha detto...

il tuo post, come tutti i tuoi, ha la configurazione ideale a mio avviso: racconta descrive mostra allude e trasmette! a te viene naturale perchè corrisponde al tuo stile di persona limpida e sagace, ma tutte le volte desti la mia ammirazione!
e i tuoi té!
credevo di saperne sui tè
(nel passato, forse, ma la devozione alla sapienza del tè va coltivata e deve sempre progredire)
ora so che tu sei la maestra cui chiedere consiglio e delucidazione!
ti va di prendermi tua allieva?

Rossa di Sera ha detto...

Romy, che bella descrizione dellla mattinata!.. Mi viene voglia di prendere una tazza di tè profumatissimo...
Un abbraccio!

alessandra ha detto...

Che avvolgente atmosfera ai saputo creare, bello tutto.
Baci Alessandra e tanti auguri ancora

manuela e silvia ha detto...

Ciao stella! eh si..un inizio giornata con calma aiuta ad affrontare in folle tram tram! in effetti ci mancavano i tuoi te ;)
ottima la marmellata, sicuramente la suggeriremo alla mamma (è òei l'esperta)!
un bacione e un augurio per un bellissimo nuovo anno!

Romy ha detto...

@ Carolina Grazie mille! Ricambio affettuosamente l'abbraccio! :-)
@ Papavero di Campo... Ma certo! Io però nella veste di maestra non mi ci vedo proprio... Facciamo così, sarà uno scambio di conoscenze, come una vera amicizia deve essere! Un bacione, cara Laura, e grazie della stima e dell'affetto che sempre mi dimostri! :-)
@ Rossa di Sera... Eccolo! Te ne porgo anche se soltanto virtualmente una tazza con tutto il mio affetto! :-)
@ Alessandra Grazie, cara...sono contenta che ti sia arrivata l'atmosfera morbida che volevo ricreare! bacioni :-)
@ manuela e Silvia Tanti auguri anche a voi, e a tutta la vostra famiglia: un saluto specialissimo alla super-mamma esperta di marmellate! baci baci :-)