mercoledì 6 agosto 2008

Che afa fa!



Complice il caldo torrido che non mi dà tregua, ho tirato fuori dal mobile della cucina la mia anziana gelatiera krups, che avevo mandato in pensione ormai da due o tre anni. Ma la voglia di farmi un gelato al tè matcha era troppo grande...Il solo pensiero del verde chiaro e freschissimo del mio gelato mi dava un po' di sollievo dall'arsura! Un po' con l'aiuto del vecchio libriccino di istruzioni allegato alla gelatiera, rimasto miracolosamente illeso,e un po' con l'aiuto della fantasia, ho compiuto il miracolo color della giada, che, come ogni vero miracolo, è durato assai poco: lo abbiamo "spolverato" in quattro e quattr'otto, e ho fatto appena in tempo a fare questa foto... Questa è la ricetta:


Gelato al tè matcha:

250 ml di latte intero ( 3,5 % di grassi )

100 grammi di zucchero

due uova medie

450 grammi di panna da montare al 30 % di grassi
essenza di vaniglia ( anzichè la vanillina, io preferisco usare la crema di vaniglia Sivanil, che ho comprato da Peter's Tea House...ne basta pochissima per sprigionare tutto il suo profumo così goloso e naturale, come naturali sono i semini neri con cui impreziosisce le nostre preparazioni! )

3 cucchiaini di tè matcha


Sbattete con una frusta le uova e lo zucchero in una ciotola. Nel frattempo riscaldate bene il latte:toglietene però due o tre cucchiai non appena comincerà ad essere tiepido, prima, insomma, che si scaldi troppo (il tè matcha non ama le alte temperature, che lo rendono amaro! ). Mettere questi due o tre cucchiai in una tazzina, a cui aggiungerete il matcha, mescolando bene fino al raggiungimento della densità di una crema verdissima.
Mescolando spesso, versate a filo il latte nel composto di uova e zucchero,poi mettete il tutto di nuovo in un pentolino, riscaldandolo fino a quando non comincerà ad addensarsi ( mi raccomando, continuate a mescolare...), ma senza farlo bollire.
Spegnete il fuoco e quando la preparazione sarà a temperatura ambiente, unire la panna, la vaniglia e la crema di matcha.
Mettere in frigo, meglio se per diverse ore. Versate poi nella vostra gelatiera seguendo le istruzioni d'uso ( comunque, meglio riempirla a poco a poco mentre è già in funzione, per evitare che le pale , per il troppo freddo, si blocchino ! )

3 commenti:

Kja ha detto...

Che bello questo gelato al matcha! Peccato non averne qui una coppetta. Benevenuta nel mondo dei blogger cara Romy :)

Sere ha detto...

che buono! se solo... riuscissi a trovare il matcha :(

Romy ha detto...

@ Kia anche se in ritardo...ti ringrazio: sei stata preziosissima, nel darmi lo stimolo ad aprire questo blog! Un bacione

@ Sere Fino a poco tempo fa, trovare il Matcha era un'impresa davvero ardua...oggi, è molto più semplice procurarselo: io lo compro da Teaway, su internet. Può sembrare caro, come tè, ma non lo è poi così tanto, se si pensa alle quantità che se ne usano per fare gelati, torte e biscotti, che sono nell'ordine di cucchiaini: e comunque...vale davvero la pena di assaggiarlo! Ha un gusto che, se valorizzato, è davvero unico: fresco, erbaceo, leggermente amaro e tannico...non comparabile a nessun altro! E' perfetto nelle preparazioni dolci,ma lo è altrettanto in quelle salate...Ti ripeto, prova questo tipo sfuso di Teaway, lo trovi qui:

http://www.teaway.it/?p=detail&t=page=3

Io prendo la confezione da 50 g: devi aggiungere 1,90 euro di spese di spedizione. Il tè ti arriva a tempi record, ben confezionato, con tutte le spiegazioni su temperatura, quantità etc...Un abbraccio!